4 Commenti

Crescono i donatori di sangue: Cremona città d'eccellenza

avis bilancio sociale 2011

I donatori premiati per aver raggiunto 75 donazioni

Cremonesi donatori. Continua a crescere il numero delle persone che diventano Soci dell’Avis Comunale e si rendono disponibili per donazioni di sangue intero o plasma. I dati sono contenuti nel Bilancio Sociale 2011, presentato in mattinata alla sede di via Massarotti. I soci donatori attivi sono 5.505 (95 in più del precedente anno). 320 i nuovi soci, 225 i soci usciti. L’incremento annuo sul 2010 è dell’1,77%. Il dato riguardante le domande di aspiranti nuovi soci  (sono 447 nel 2011) è il più alto dal 2006. Gli aspiranti diciottenni sono stati 61.

Le donazioni effettuate sono state 12.229, di cui 3.503 di sangue intero alla sede di via Massarotti, 3982 di sangue intero all’Ospedale, 4744 di plasma all’Ospedale.

L’incidenza dei donatori dell’Avis Comunale sulla popolazione totale di riferimento è salita a 7,6% a fine 2011, con un incremento ulteriore rispetto al 7,5% del 2010. Se si considera la fascia 18-65 anni, quella a cui l’Avis può attingere, l’incidenza sale al 12,50%. Almeno il triplo del rapporto donatori/popolazione individuato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per raggiungere l’autosufficienza, ovvero 3/4%. “Questi dati ci rendono orgogliosi – dicono dall’Avis -, ma non ci devono far abbassare la guardia nell’opera di sensibilizzazione e di promozione del dono del sangue, in particolare su giovani e cittadini stranieri”.

Per quanto riguarda le età, la fascia con il maggior numero di donatori è quella 36-45 anni (1.752), seguita da 46-55 anni (1.499). 1.060 sono soci donatori con età tra i 26 e i 35 anni, 663 quelli dai 55 ai 65 anni, mentre 531 quelli dai 18 ai 25. Primeggiano i maschi (3.597 persone) sulle donne (1.908). Gli stranieri iscritti all’Avis sono 150 con un incremento dall’1,6% del 2005 al 2,7% del 2011.  Il numero dei donatori sospesi è in calo. Dal 18,3% del 2005 si passa al 14,7% del 2011. Numeri che fanno di Cremona un’eccellenza nel panorama lombardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • PAOLO

    Evviva i danatori dell’Avis!

  • PAOLO II

    Dopo l’iscrizione all’AVIS sarebbe auspicabile anche l’iscrizione all’AIDO.

    • kunta

      sono d’accordo, aggiungerei pure l’ADMO

  • elia

    Conosco molti donatori di sangue e devo riconosceree che Cremona è un’eccellenza complimenti a tutti per l’alto senso di solidarietà a titolo gratuito.