2 Commenti

"40 gradi all'ombra e l'aria condizionata non va", ritorno 'bollente' per i pendolari

ritorno-bollente-dei-pendolari

“40 gradi all’ombra e l’impianto di refrigerazione non funziona”. “È possibile che sui treni nuovi in tutto il convoglio ci sia una sola carrozza con l’aria condizionata? Tra l’altro è sempre inserita in modalità “criceto asmatico” quindi quando si riempie di gente diventa una sauna, aggiungendo il fatto che le finestre sono sigillate”. Con l’aumento delle temperature, si fanno sempre più frequenti le segnalazioni di lettori e pendolari della Mantova-Cremona-Milano, che denunciano l’assenza di aria fredda a bordo dei treni appena rinnovati da Trenord. Numerosi i post sui social network che raccontano di viaggi al caldo e su carrozze sovraffollate: “Ci sono anche carrozze con “perdite” dal climatizzatore a causa delle quali o si viaggia con l’ombrello aperto o si cambia carrozza (e si sta in piedi)”, “E i controllori che rispondono: questo è il materiale che ci danno”, “Senza aria e con questa splendida ecopelle, il sudore è assicurato!”..
Dopo una mattinata di ritardi a catena per l’intervento dei soccorsi sul treno a causa di un viaggiatore che si è sentito male, un ritorno al ‘caldo’. I lettori hanno segnalato il mancato funzionamento dell’aria condizionata su due convogli: il 2657, partito da Milano alle 16.20, e il successivo 2659 delle 17.15.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Francesco Capelletti

    Adesso questi treni “revampizzati”(sic) sono classificati REGIO EXPRESS…Regio come il teatro di Parma e express comm’ o cafè?

  • Davide

    Ma il gruppo che si era “battuto per i pendolari” è sparito?