Commenta

E' partita la festa di Agropolis Cena di gala sull'aia e solidarietà

agropolis-festa-cena

E’ partita giovedì sera, con la tradizionale cena di gala sull’aia, la tradizionale “festAgropolis”  che proseguirà fino a domenica alla cascina Marasco. A fare gli onori di casa il dottor Gianluigi Romanini (nella foto), presidente della cooperativa, la moglie Mariarosa e i volontari che dedicano tempo, passione e denaro alla Cooperativa Agropolis che opera nel settore dell’handicap e nel sostegno a ragazzi e famiglie ormai da ventidue anni. Dopo la brillante introduzione di Michelangelo Gazzoni è toccato al presidente Romanini ricordare il lavoro svolto dalla cooperativa, con il contributo di tanti volontari, e illustrare i progetti di Agropolis che avanzano nonostante le difficoltà. La serata è proseguita con l’intrattenimento musicale del trio Turchetti-Paci-Venturini  (da “Buenos Aires a Parigi”) e la proiezione di un video intitolato “Limiti flessibili”, espressione dell’alto grado di perfezionamento raggiunto dai ragazzi di Agropolis guidati nella “danza-movimento terapeuta Iris Dall’Aglio”. Com’è tradizione si è proceduto alla cvonsegna di libri usati, organizzata dal Gruppo Grafici e Tipografi di Confartigianato di Cremna a diverse realtà del nostro territorio. La cena di gala è stata possibile grazie al Consorzio di Tutela Provolone Valpadana e il Borgo Imperiale.

Venerdì cena e musica sull’aia dalle 21,30 con “Quelli che il light” mentre sabato toccherrà a “The Swingers ” e domenica a “Smash Generation”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti