Ultim'ora
7 Commenti

Scritte sui muri, l'Unione Consumatori: "Suggeriamo telecamere e vernici con diossido di titanio"

Muri sporchi. Di scritte, di segni, di disegni. Da piazza Sant Agostino, gioiello degradato a due passi dal Duomo accanto all’omonima chiesa che risale al XIV secolo e ospita un dipinto del Perugino del 1494, a Piazza Sant Antonio Maria Zaccaria, splendido spazio attraversato dai turisti che compiono il giro della Cattedrale, ridotto ad un ammasso di sigle e di slogan. Dal Comitato di Cremona dell’Unione Consumatori un suggerimento: istallare una telecamera in piazza Sant Agostino, vista la presenza della scuola Capra Plasio, e utilizzare tinture con diossido di titanio, un fotocatalizzatore, un composto che se esposto al Sole è in grado di accelerare enormemente alcune reazioni chimiche presenti in natura, come la naturale degradazione delle sostanze inquinanti.
Il “furto” del brevetto al regno vegetale avviene nel 1972 per mano di due scienziati giapponesi che cercano di dividere l’acqua in idrogeno e ossigeno con la luce del Sole, proprio come fanno le piante: l’esperienza non riesce, ma il vero dato interessante è che una particolare miscela di composti del titanio (Anatasio e Rutilo) è capace di promuovere come nessun altro questa reazione chimica. Quando una particella di inquinante tocca il diossido di titanio invecchia così velocemente che si trasforma in pochi minuti in anidride carbonica, azoto e qualche sale (che verrà poi lavato via dalla pioggia).
L’azione fotocatalitica permette di distruggere i diversi agenti inquinanti organici atmosferici (scarichi di automobili, fumi di riscaldamento, fumi industriali, pesticidi, graffiti…) che vengono a contatto con le superfici cementizie, ossidandoli e facilitando il distacco: in questo modo l’aspetto estetico della struttura si conserva nel tempo, riducendo al minimo le operazioni di manutenzione.
“Questo tipo di vernice – dice Matteo Tomasoni dell’Unione Consumatori – su cui si è espresso anche il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio, è già stato applicato agli uffici delle Ferrovie dello Stato a Bologna, Casalecchio di Reno, Chiesa “Dives in Misericordia” a Roma, tunnel di via Porpora (zona Lambrate a Milano). All’Amministrazione comunale, suggerisco l’utilizzo di queste pitture per migliorare spazi diventati davvero indecorosi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti