Commenta

Movida in centro, protocollo d'intesa antirumore

movida

Via libera dalla Giunta al protocollo d’intesa con i locali dell’area di piazza della Pace per limitare il rumore nelle ore notturne.

Ecco i punti del documento:

– gli esercenti le attività di cui all’oggetto si impegnano a mettere in atto ogni eventuale e possibile accorgimento tecmco ed operativo necessario a garantire che le emissioni sonore generate da impianti di diffusione della musica di cui all’art. 9 dell’ordinanza comma 1 e da intrattenimenti musicali dal vivo o dalla riproduzione di musica con presenza di un DJ non siano avvertite all’estemo del locale a norma degli art. li 9 comma 2° e 10 comma 6;
– gli esercenti si impegnano a garantire, a partire dalle ore 24.00, la riduzione delle emissioni, legate all’esercizio dell’attività, sia derivante dall’utilizzo di apparecchi ed impianti sonori di qualunque tipo, sia da altre fonti, quali, a titolo di esempio vociare delle persone, rumore di piatti, urla e canti in modo da non arrecare alcun dislurbo al riposo delle persone;
-gli esercenti si impegnano a garantire un servizio di tempestiva e costante raccolta dei vuoti sia nelle aree di competenza del pubblico esercizio, sia nelle zone limitrofe, redigendo un programma di raccolta diviso per zone. Definite le area di competenza ogni pubblico esercizio sarà responsabile della propria zona di oompetenza;
-gli esercenti si impegnano a rispettare tassativamente l’orario previsto per il termine delle attività di intrattenimento temporanee autorizzate in deroga rispetto ai Iimiti acustici di zona;
-gli esercenti si impegnano ad assicurare che dopo l’orario concesso per |’occupazione del suolo pubblico, l’area estema occupata con tavoli e sedie venga tempestivamente sgombrata o comunque resa non utilizzabile avendo cura che le operazioni si svolgano in modo tale da non arrecare disturbo ai residenti;
-gli esercenti si impegnano tramite le proprie associazioni di categoria alla produzione di materiale informativo cartaceo, digilale, audio, video o nel formato che ritiene opportuno per sensibilizzare gli avventori ad un conrretto e civile oomportamento nei oonfronti degli spazi e delle persone che abitano la città;
-gli esercenti si impegnano, nelle serate di maggior affluenza (Venerdì e Sabato) e durante eventi particolari, tramite l’ausilio di personale competenle (Tutor) ad effettuare un monitoraggio dell’intera zona, verificando l’uso degli appositi cestini e il rispetto delle regoled ettate dalla civiltà;
-gli esercenti si impegnano a contattare gruppi musicali dotati di strumenlazione utile al controllo e regolazione del volume, al fine di poter rispellare i Iimiti del volume in deroga;
– il Comune di Cremona si impegna a concedere deroga ai Iimiti di rumorosità per attività musicali temporanee nel rispetto della normativa in materia e del regolamento comunale di attuazione del Piano di Zonizzazione Acustica vigente, fissando comunque un Iimite massimo di decibel e di orario per l’attività derogata.
– iI Comune si impegna a garantire attraverso Ia Polizia Locale un’intensificazione dei controlli nelle zone centrali riguardo al rispetto delle emissioni rumorose originate dai pubblici esercizi, agli orari di chiusura degli esercizi stessi nonché riguardo al puntuale rispetto del’obbIigo di sgomberare I’area esterna adibita a plateatico entro |’orario concesso per lìoccupazione del suolo pubblico, avendo cura che le operazioni avvengano in modo tale da non costituire disturbo per i residenti e con l’effetto di rendere inutilizzabili Ie strutture agli avventori.
– Si dà atto tuttavia che rimane falia salva, in ogni caso, l’appIicazione di obblighi divieti e Iimitazioni previsti della normativa vigente in materia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti