Commenta

Arrestato il teste del processo Filosa, fuggiva in Polonia

bianchi

E’ stato arrestato dai carabinieri del Nucleo investigativo al confine del Brennero, Fausto Bianchi, 49 anni, l’imprenditore di Castelvetro Piacentino già finito nei guai nell’ambito dell’indagine sul caso Filosa. Era accusato di aver versato denaro a Filosa con lo scopo di evitare o ammorbidire i controlli a carico delle proprie ditte. A suo carico c’erano due sentenze di condanna, per un totale di 7 anni di reclusione, emesse dai tribunali di Piacenza e di Novara per i reati di bancarotta fraudolenta e altri reati in materia fiscale. “Stava fuggendo verso la Polonia”, ha spiegato il capitano Rocco Papaleo. L’imprenditore, che per il caso Filosa era già stato condannato a tre anni con rito abbreviato, ha anche un ruolo chiave, come teste, nel processo in corso in questi giorni in tribunale a Piacenza e che vede sul banco degli imputati l’ex direttore della direzione provinciale del Lavoro Alfonso Filosa. Ora il 49enne si trova rinchiuso nel carcere delle Novate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti