13 Commenti

Lega, torna Maroni da segretario: ospite alla Festa di Soncino

lega-maroni-cittanova

Maroni torna in terra cremonese, ma questa volta in veste di Segretario federale. L’ex ministro dell’Interno, nuovo leader del Carroccio, sarà ospite alla Festa della Lega Nord a Soncino (zona Castello) il 20 luglio. Era il 5 marzo quando Maroni era stato accolto a palazzo Cittanova da trecento militanti cremonesi del Carroccio che sventolavano sciarpe bianche con la scritta ‘Barbari sognanti’ (guarda il video).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • mario

    SIAMO TUTTI COMMOSSI, FINO ALLE LACRIME !!!!

    • Alessandro

      Io sono commosso e felice. E’ un problema?

      • mario

        NO, solo per te.

  • francy

    Signor Mario, si prenda un antidepressivo.

    • mario

      BASTA LEI !!

  • Alessandro, Barbaro Sognante

    I nuovi barbari di MARIO (eh sì, proprio tu mario!) Superti.
    Come si sa l’impero romano verso la fine della sua esistenza fu minacciato dalla invasione e dalla invadenza dei popoli definiti “barbari” per il loro modo di parlare: i latini sostenevano che la loro parlata fosse una sequenza di “balbettii” che tanto differiva dal modo di esprimersi corrente nel mondo “civile” piuttosto lineare e armonico ( in senso fonetico) e caratterizzato dalla presenza delle vocali, tipiche del mondo latino e greco.
    I barbari diedero tuttavia del filo da torcere al mondo latino in decadenza, prima in campo militare, poi anche in campo politico e diplomatico.
    Ora assistiamo alla invadenza dei “nuovi barbari”.
    Ma quale è la differenza dai “vecchi barbari” dai “ nuovi barbari” ?
    Proviamo ad elencarne alcune :
    -al tempo dei Romani i barbari venivano dal mondo esterno o confinante con i territori sotto controllo militare e forse politico;
    -spesso i barbari erano semplici invasori per motivi di sopravvivenza : poi seguirono motivi di orgoglio e di potere;
    -i conflitti quindi erano scontati in partenza.
    Al contrario i “nuovi barbari” noi ce li ritroviamo in casa , già pronti e bene educati alla bisogna : gli educandi a volte segnano il territorio con impronte di vario tipo ( forti dei mezzi e dei materiali mesi a loro disposizione da una propaganda invadente,settaria e a volte xenofoba ) .
    I motivi per ritenerli tali sono tanti, ma proviamo ad elencarne alcuni:
    – non hanno alcun senso dello “Stato” e si muovono , quasi sempre,solo per brama di potere personale o di casta;
    – evocano antichi miti nel territorio di appartenenza , tanto fantasiosi quanto “pagani” e difficili da convalidare anche per i più esperti di etnologia;
    – sono portatori di un linguaggio che poco ha a che fare con una conseguente “ analisi logica e grammaticale”;
    – in alcune realtà gli “adepti” conoscono solo la logica ed il linguaggio tipico di chi deve difendere ad ogni costo le bizzarrie del capo indiscusso;
    – in un modo o nell’altro assistiamo a “riti pagani” sia nella forma che nella sostanza ( a tale proposito la gente comune lamenta la mancanza di adeguate reazioni nelle sedi ufficiali deputate alla vigilanza politica e morale -ma non solo-);
    – vengono così alla ribalta personaggi che, in tempi normali, non avrebbero mai avuto modo di farsi sentire o vedere, se non nei teatri di avanspettacolo ( teatri che nel loro ambito rispettiamo anche perché sono state delle fucine di talenti);
    Il dramma di questa situazione non caratterizza solo chi è al potere, ma anche chi cerca di conquistarlo .
    Salvo qualche eccezione , ben nota, assistiamo alla rincorsa per la conquista del potere con gli stessi mezzi e logiche con cui il potere si difende.
    Cioè, i “potenti” non hanno nulla o poco da dire e non sanno fare altro che cercare di delegittimare l’avversario.
    Non si vedono quindi uomini o mezzi culturali in grado di esprimersi in modo logico e consequenziale.
    Le eccezioni le conosciamo bene ma sono tenute alla larga per il timore dei potenti di essere superati nell’agone politico.
    Persino le “cosiddette primarie” vengono inquinate dal comportamento di personaggi senza scrupoli e ormai privi di ogni credibilità.
    Il tutto fa dire ai sostenitori delle “non primarie” che è tutto inutile e bisogna lasciar decidere chi ha già una adeguata esperienza.
    Solo che tutti noi conosciamo bene che cosa sta a significare “adeguata esperienza”.
    Resterebbero in campo i soliti esperti di “inciucio” e di “arrampicata sociale e politica “ che ben conosciamo anche a livello locale: a volte qualche personaggio ha persino difficoltà ad esprimersi in forma corrente ed intellegibile per tutti.
    I soliti portoghesi non mancano e gli effetti li vediamo in tutti gli schieramenti.
    C’è chi si ritiene al di sopra ed esente dalle critiche che vengono dall’uomo della strada, ma lo fa solo a proprio rischio e pericolo : “ma anche” a rischio della vera democrazia.
    Prima o poi si paga e paga anche il popolo stanco e sfiduciato.
    Il rischio è che ci si venga a trovare in situazioni non troppo lontane dagli avvenimenti ,per ora, solo visibili sulla sponda sud del mediterraneo.
    I giovani , contrariamente a quello che si può pensare, osservano attentamente ciò che accade nel mondo ed hanno a disposizione i mezzi che spesso i potenti non sanno neppure usare.
    Ma non c’è proprio nessuno che è in grado di vedere bene il problema e può cercare di comprendere la vera situazione sociale , politica e morale ! ?
    L’uomo della strada sta ancora aspettando.
    Cordialità e buon lavoro.
    MARIO (eh sì, proprio tu mario!) SUPERTI CREMONA

    p.s.: X FRANCY: solo un antidepressivo? Deve mangiarsi uno psichiatra per riprendersi un poco…

    Alessandro, Barbaro Sognante

    • Angy.

      oh mamma!!!!!!è proprio vero che il secolo si caratterizzera’ e verra’ ricordato x le follie dette e perpetrate!!!!!

    • MARIO

      L’uso o l’abuso del cognome(vero o falso che sia) NON è una prerogativa che ti compete e va citata anche la fonte che ha pubblicato e la data.
      Dopo si può parlare dello psichiatra più adatto ad intervenire.

  • NON E’ ANCORA FINITA

    Occhio a dare per spacciata la Lega: è caduta, pur se in misura ridotta, nelle sciocchezze degli altri partiti di potere; ha messo troppo tempo, anche se meno degli altri partiti di potere, a spingere indietro i responsabili, almeno quelli indicati dai benpensanti, in toga e in abiti civili; ma i fatti, le idee che costituiscono la sua forza sono ancora lì, in attesa di risorgere dalle loro mani, visto che gli altri partiti di potere fanno come non esistessero.
    Quando si accerta, un paio dei tanti casi, numeri alla mano, che in una città come Crotone, Calabria, 60mila abitanti, una Cremona del Sud, in poche parole, l’83% delle case non è accatastato, quindi Imu, Tarsu etc etc vengono raddoppiate al Nord; che il canone Rai nel Sud viene evaso al 90%; più la crisi diventa dura, passata la moda del grillismo, più al Nord ci si rivolgerà a chi, perlomeno, questi casi li denuncia a voce alta e chiara.

    Cremona 08 07 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • mario

      Ma anche qui non si scherza se si va a vedere e risentire quello che hanno detto nel corso del ventennio.
      I…..300.000 fucili sempre pronti e amenita’ varie con gesti in uso al dito medio e al tricolore nel WC.

      Mi domando come nessuno si sia ancora mosso nelle sedi dovute !!!

      • francy

        Certi gesti vanno bene a chi si prona ai potenti come Pd e Pdl chini dinanzi a Monti.

        • mario

          ci sarà pure un giudice virtuale …….!!!!!

  • il qualunquista

    La lega è spacciata caro maroni non sei credibile i grillini vi seppeliranno al nord.