24 Commenti

Alla malora il cibo per i poveri abbandonato nel garage Croce Rossa Blitz dei Nas: sequestri LE FOTO

Sequestro

Era cibo destinato alle collette alimentari, il caldo l’ha reso inutilizzabile. Le derrate: formaggio, latte, biscotti e pasta, erano custodite nel garage della Croce Rossa al foro Boario. Nulla, però, sarebbe stato tenuto nelle celle frigorifere. Così le alte temperature dei giorni scorsi hanno deteriorato quanto era destinato alla solidarietà. Gli accertamenti sono stati svolti dai carabinieri del Nas di Cremona a cui evidentemente è pervenuta una segnalazione. Questa mattina i militari hanno quindi apposto i sigilli ad una trentina di scatole di grana e a bancali di biscotti, pasta e latte trovati nel garage. I responsabili rischiano una multa salata da parte dell’Asl.

IL MATERIALE SEQUESTRATO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giacomo Zaffanella

    Che presa in giro! Ma come si fa poi a fidarsi? Vedo la scritta “Aiuti UE”: chissà i soldi spesi e il tragitto di quei prodotti, per finire a marcire in un garage….invece che tagliare gli sprechi, qui occorre tagliare altro!

  • p.cabus

    Azzerare i vertici della Croce Rossa di Cremona che ancora una volta si sono dimostrati incompetenti.

  • Eliano

    I dirigenti della Croce Rossa di Cremons, si sono dimostrati ancora una volta, degli incompetenti. Si dimettano senza se e senza ma|!

  • e poi chiedono a noi pecoroni di fare le raccolte alimentari fuori dai supermercati!!!mai piu!!!ho sempre sospettato di queste cose!poi chissà quanto materiale si portano a casa sti personaggi,altro che darlo ai poveri!bisognerebbe che si prendano queste”persone”e mandarle via dalla croce rossa.e madarli un mese in africa dove la gente muove ancora di fame,e non solo in africa di sti tempi! VERGOGNA!!!!!!!!!!!VERGOGNA E ANCORA VERGOGNA!!!!!!!!

  • Franco

    I pacchi delle collette alimentari li deve gestire la Caritas Cremonese e non la croce rossa, altrimenti, come è successo adesso, vanno tutti buttati. VERGOGNA CROCE ROSSA prima Vi mancano 16.095 euro, adesso lascita la povera gente senza il pasto. DIMISSIONI!!!!!!

  • Isa

    Jean Henry Dunant si rivolta nella tomba. VERGOGNA!!!!

  • roberto

    Credo sia necessario precisare che la colletta alimentare non ha alcuna responsabilità. Delle 70 tonnellate di cibo raccolto a cremona, l’ultima settimana di novembre, non se ne trova più traccia già dalla fine di febbraio al massimo.
    l’85 per cento va alle cucine benefiche, alla caritas ed alla san Vincenzo De Paoli e sfido chiunque a dire che non ne fanno buon uso, così come il restante 15% alle altre associazioni bisognose.
    E’ un gesto di carità enorme che volutamente si fà l’ultimo sabato del mese e così deve restare.
    Se altre associazioni che nulla hanno a che fare con quelle sopra citate si coprono di così gravi responsabilità. è giusta la condanna ed ancor più importante è valorizzare chi invece opere per il bene comune

  • p.cabus

    Sono perfettamente d’accordo con quanto scritto dal sig. Roberto.

  • caro roberto
    visto che dai dei dati sulla colletta alimentare,penso che tu sia un interessato e mi spiace aver messo in mezzo anche questa raccolta,e me ne scuso
    cmq VERGOGNA grande come una casa per la croce rossa di cremona,almeno per questa cosa!

    • roberto

      ringrazio roby27 per la sua serietà e libertà. Sulla vergogna concordo pienamente. Oggi poi queste cose fanno rabbrividire

  • Isa

    Vergogna grossa come una casa perché i Volontari della croce rossa, operano per aiutare le persone indigenti (prive dell’indispensabile per vivere).

  • Isa

    E non per lasciar marcire tutto in un garage.

  • Giancarlo Schifano

    Io credo che non sia eticamente e socialmente giusto far perdere del cibo in questo modo ignobile e sconsiderato,in un momento in cui tante famiglie hanno realmente bisogno di quelle numerose derrate alimentari,non si può lasciar deteriorare la merce in un deposito senza nessun scrupolo di coscienza. Bisogna comunque considerare il fatto che a Cremona ci sono tante associazioni di volontariato che aiutano tante famiglie in difficoltà con tanto amore e serietà,quindi non è corretto colpevolizzare tutti.

  • Marcella

    Infatti stiamo colpevolizzando la Croce Rossa di Cremona. Non ho mai sentito che una associazione di volontariato si comportasse così.

  • Gnappo

    Accidenti….
    è dalla “perdita” delle convenzioni 118 che la CRI sta pestando una cacca dopo l’altra…..

    ….i soldi “persi”….

    ….i volontari che cambiano bandiera o cessano l’attività…..

    ….e adesso le derrate lasciate a marcire….

    ….ma che sta succedendo al foro boario?

  • chi ha potuto leggere il commento del responsabile regionale della C.R.I.non può che provare ancora piu schifo!dice che tanto era roba già da buttare quindi il problema non sussiste!ma che bravo!diamogli una medaglia a sto personaggio che fa scadere in magazzino kg di roba anzichè darla ai poveri del casalasco(li eran destinati)e poi dice che tanto era da buttare!complimenti!bè,facciamo anche morire i vecchi negli ospizi..tanto devono morire!ma che vada a fanculo!

  • Marcella

    Chi ha fatto la “spia” ai NAS ha fatto bene!!!
    Ormai i veri volontari della Croce Rossa se ne sono andati e sono rimasti pochi giovani impreparati.

    • simo

      SEI SICURA DI QUELLO CHE DICI?

  • p.cabus

    “L’azione dei volontari pone alla luce il valore della solidarietà insostituibile contributo per rispondere alle attese profonde delle persone e per risolvere gravi ed urgenti problemi dell’umanità.
    Il Volontariato si caratterizza proprio per la sua capacità di testimoniare Amore gratuito al prossimo, contribuendo in tal modo a realizzare l’auspicata civiltà dell’amore.
    Le istituzioni possono certo rispondere alle necessità sociali della gente, ma nessuna di esse è in grado di sostituire il cuore dell’uomo, la sua compassione, il suo amore e la sua iniziativa. (Giovanni Paolo II)

    SE NON AVETE IL VOLONTARIATO NEL CUORE, DIMETTETEVI!
    BASTA COPRIRE DI VERGOGNA LA CROCE ROSSA ITALIANA.

  • Angy.

    Anche la crocerossa si è da un po’ adeguata a tutto il sistema ed ha perso in competenza ed efficenza .Concordo con chi chiede le dimissioni dei vertici-Basta fango xche’ offusca anche quelli che in passato hanno fatto del loro meglio.Si trovi il coraggio di andare ” . e a capo”

  • elia

    le solite porcate all’italiana dove alla fine nessuno pagherà.

  • elia

    ho letto l’intervista del commissario della croce rossa, CHE HA TENTATO MALDESTRAMENTE DI MINIMIZZARE L’ACCADUTO ,[MA IO MI CHIEDO è NORMALE TENERE DELLE DERRATE ALIMENTARI IN UN GARAGE CON AMPIE FINESTRE VETRATE DOVE LA TEMPERATURA PUO’ SUPERARE I 35 GRADI PER BEN 2 SETTIMANE INVECE CHE SMALTIRLE AI BISOGNOSI VELOCEMENTE O METTERLE IN LUOGHI REFRIGERATI? SE IL COMMISSARIO è A QUESTO LIVELLO MI domando;
    capisco che il caldo GIOCA dei brutti scherzi ma GUSSONI è FUORI COME UN BALCONE.

  • Gnappo

    Leggo sulla Provincia che Gussoni avrebbe intenzione di chiedere ai volontari di fare una colletta per sostituire il materiale deteriorato ed inviarlo a destinazione….

    Immagino che i Volontari saranno felicissimi del fatto che il loro commissario, oltre a minimizzare l’accaduto, abbia ancora lo spirito di prenderli per il c..o

    • elia

      CONCORDO IL COMMISSARIO INVECE CHE RICERCARE IL RESPONSABILE DI QUETE CAZZATE SCARICA SUI VOLONTARI L’ONERE DELLA SPESA, PER COMPERARE NUOVE DERRATE ALIMENTARI IO SE FOSSI UN VOLONTARIO LO MANDEREI A C…….. PENSO CHE LA SOLUZIONE MIGLIORE SIA QUELLA DI TOGLIERLI L’INCARICO MA è RISAPUTO CHE QUESTI SIGNORI HANNO I SANTI IN PARADISO E SONO INTOCCABILI.
      L’ITALIA STA ANDANDO DA CULO ANCHE A CAUSA DI QUESTI PERSONAGGI