Commenta

Palazzo Raimondi, al via i lavori nella sede di Musicologia

palazzo-musicologia

Al via, nei prossimi giorni, i lavori per la realizzazione dei nuovi locali tecnici interrati a Palazzo Raimondi, dell’importo complessivo di 200 mila euro. Si tratta dello stralcio del più consistente primo lotto di recupero dello storico immobile finalizzato all’ampliamento della Facoltà di Musicologia. “Si è data la priorità a queste opere – spiega la nota del Comune – che, sebbene di importo minore rispetto al resto dell’intervento, sono più invasive e, nel periodo estivo, durante la pausa delle lezioni, non comporteranno disagi a studenti ed insegnanti”.
“Con questo primo intervento – dichiara il vice sindaco e assessore all’Urbanistica Carlo Malvezzi – si da’ attuazione al protocollo d’intesa per l’ampliamento della sede della Facoltà di Musicologia in Palazzo Raimondi sottoscritto tra il Comune di Cremona, l’Università di Pavia e la Provincia di Cremona. Inizia così il percorso che porterà al recupero del prestigioso immobile di corso Garibaldi, facendone una sede consona ai corsi universitari che ospita.
Aggiunge infine il vice sindaco: “Prosegue e va così completandosi il progetto di riassetto funzionale di alcuni immobili del centro storico avviato da questa Amministrazione attraverso lo spostamento dell’Istituto Professionale Internazionale per l’Artigianato Liutario e del Legno a Palazzo Pallavicino Ariguzzi, spostamento che ha consentito di recuperare oltre 3.000 metri quadrati all’interno di Palazzo Raimondi. Scelta condivisa dagli enti locali per dare una definitiva e degna collocazione ad un istituto considerato di primaria importanza per l’affermazione di una delle principali eccellenze locali, quale è appunto l’artigianato liutario. Contemporaneamente, con il trasferimento in atto della sede della Fondazione Antonio Stradivari – La Triennale a Palazzo dell’Arte, dove sta prendendo forma il Museo del Violino,  l’IPIALL e il Liceo Musicale avranno a disposizione l’intero edificio di via Colletta. Viene così assicurata una sede adeguata a una funzione educativa molto importante per la nostra città.”
Gli interventi previsti, che inizieranno nei prossimi giorni, rispondono  ad una logica di semplificazione impiantistica e consentono di liberare il piano interrato del palazzo, per destinarlo a deposito per la nuova biblioteca universitaria. E’ in fase di ultimazione la progettazione esecutiva della parte più consistente del primo lotto di lavori, dell’importo pari ad 2.100.000,00 euro con la quale si provvederà al recupero degli spazi lasciati liberi dall’I.P.I.A.L.L.; l’approvazione del progetto e l’indizione della gara d’appalto è prevista entro il mese di agosto. I lavori del primo lotto saranno avviati tra ottobre e novembre, al termine dei lavori dello stralcio appena appaltato. Sempre entro agosto è prevista anche l’approvazione del progetto definitivo del secondo lotto, che riguarderà il restauro del palazzo storico vero e proprio, ulteriore passo previsto dalla convenzione tra Fondazione Cariplo e Distretto Culturale della Provincia di Cremona, nell’ambito del quale il complessivo intervento sul Palazzo Raimondi ha ottenuto un finanziamento di 700.000,00 euro. Come avvenuto per il restauro di Palazzo Persichelli, sede degli uffici giudiziaria, i lavori saranno svolti in maniera tale da consentire lo svolgimento dell’attività didattica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti