16 Commenti

Ricucito con perplessità lo strappo tra sindacati e Comune: tavolo di confronto ad agosto

riunione-prefettura-dipendenti-comune

foto Francesco Sessa

Ricucito con perplessità lo strappo tra sindacati e Comune. Almeno per ora. La delegazione sindacale ha firmato il verbale uscito dal tavolo di conciliazione riunito nel pomeriggio in Prefettura alla presenza del Prefetto Tancredi Bruno di Clarafond e ha sancito di fatto lo stop allo stato di agitazione dei dipendenti, proclamato dopo le tensioni scaturite dalla decisione della Giunta di esternalizzare il tempo lungo nelle scuole comunali (leggi l’articolo). Al tavolo, per il Comune, il vicesindaco Malvezzi, l’assessore alle Politiche Educative Jane Alquati, il direttore generale Massimo Placchi e il dirigente al personale Maurilio Segalini. “Dal Comune – hanno fatto sapere i sindacalisti Vangi della Cgil, Dusi della Cisl e Facchini della Uil – è arrivata la disponibilità ad un confronto nel merito dell’esternalizzazione del tempo lungo, per quanto riguarda la parte economica e le ricadute organizzative. Ci hanno fornito i dati che avevamo richiesto e che avevamo sollecitato più volte – hanno proseguito i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil -, segno che l’informativa iniziale non era così esaustiva. La nostra valutazione è rimandata al tavolo di approfondimento che sarà a fine mese”. Il tentativo di negoziazione per non passare allo sciopero, dunque, pur nella diversità delle posizioni, è andato a buon fine. Fino a quando? “Fino al confronto – ha sottolineato Vangi della Cgil -. L’obiettivo era ottenere le condizioni per poter esprimere una valutazione di merito e una proposta alternativa sulla base dei dati richiesti. Rimaniamo perplessi sul risparmio derivante dalla privatizzazione e sul mantenimento della qualità del servizio. Permangono alcune difficoltà di conciliare le prospettive: forse non stiamo andando nella stessa direzione. Ma questo avremo modo di appurarlo. Le prossime mosse verranno decise dopo l’approfondimento di agosto”. Sul Sed (Servizio informatico), dal Comune l’assicurazione circa l’assenza di un progetto di esternalizzazione del servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • LA VERITA’, L’ASPRA VERITA’

    Pur essendo una spanna davanti agli altri, http://www.cremonaoggi.it non è irrispettoso quanto lo sono io. Ed ecco come riassume il tentativo di conciliazione tra Giunta e dipendenti comunali davanti a Sua Eccellenza Quattrocognomi:
    “Ricucito con perplessità lo strappo tra sindacati e Comune. Almeno per ora. La delegazione sindacale ha firmato etc etc.”
    Due persone autorevoli m’han dato questa versione: pur di liberarsi in fretta dalla presenza di Quattrocognomi, la maggioranza era disposta a firmare quasi tutto…..

    Cremona 31 03 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • elia

      condivido 4 Cognomi a breve toglierà le tende, chi vivrà vedrà. io lo vedrei bene al mare a vendere i gelati con il suo vestitino bianco sgargiante

  • kunta

    Bella la foto pubblicata, che mi dà conferma di quanta gente paghiamo a non fare un emerito … [censured]

    • kinte

      Ad uso di chi fa lavorare il cervello: probabilmente nessuno era lì pagato.
      Certamente chi fa un emerito [censured] sei tu, che hai tempo da perdere a scrivere minchiate.

      • kunta

        cara testina di [censured] con questo tuo illuminante contributo vorresti farci intendere che questo stato di agitazione non è costato nulla (a livello di impegno ore) al comune e di conseguenza ai cittadini? che i rappresentanti sindacali non recuperano in lavoro le ore buttate via in inutili riunioni? Che i rappresentanti per il Comune non avrebbero potuto impiegare in attività più importanti le ore spese a quel tavolo?

        Complimenti, andate avanti così. Siete la vergogna dell’Italia che lavora.

        • kintino

          La vergogna dell’Italia, a detta di cervelli ben più furbi di te, è l’enorme evasione fiscale. Non puoi non saperlo. A meno che non la giustifichi dicendo “Ah ma se non si evade non si guadagna…” perchè allora sei ancora più tarato di quanto sembri.

          • kunta

            …ma che pirla sei!!!…
            quindi seguento il tuo profondo ragionamento, i dipendenti pubblici non fanno un emerito [censured] per compensare l’evasione fiscale?
            a parte che ammetti che non fate un [censured] il tuo ragionamento è demenziale.
            Gli evasori andrebbero bastonati come i dipendenti pubblici fannulloni andrebbero licenziati.

          • kintino

            Io non ammetto niente, non sono neppure un dipendente pubblico. Però chi costantemente manda in malora l’Italia sono quelli che fanno i furbi, non chi ha una regolare (e bassa) busta paga. Svegliaaaaaaaaa!!!!!

        • kinte

          La prima frase non era per te, è anche scritto, kuntabàle.

      • ex dipendente comunale

        LAVORA DI PIU’, IO POSSO PERDERE TEMPO POICHE’ SONO UN LIBERO PROFESSIONISTA TU CHE LAVORI IN COMUNE NO.

    • elia

      IN Italia si risolve tutto con i soliti bla.bla.bla ,non lo sapevi ?

  • MaryPoppins

    Ma invece di un tavolo ad agosto, non era meglio una bella sdraio fino a settembre ?

  • elia

    La solita sceneggiata prima si dichiara faremo lo sciopero se ……….. bla bla bla, poi si firmano accordi fantasiosi, e tutti vissero felici e contenti.

    • kinte

      Non è stato firmato nessun accordo ,ciciaroon !!!!

      • ex dipendente comunale

        smettila di dire c…… e lavora, prima o poi ti arriverà una lettera di provvedimento visto che usi internet sul lavoro

  • a pensar male ecc…

    La giunta “salva” il SED ed i sindacati trovano un accordo.