6 Commenti

Il Comune fa l'imbonitore: "Avanti, si vende". All'asta la palazzina della Frazzi, la farmacia di via Ghinaglia, la scuola muratori al Migliaro

FARMACIA-PORTA-PO-1

Sopra, la farmacia in piazza Cadorna (foto Francesco Sessa)

Comincia la grande vendita dei beni comunali. Per la prima tranche lunedì 13 agosto è pubblicato all’albo pretorio il bando per l’asta pubblica di 6 autorimesse del Condominio Box De Stauris, per l’ex Scuola Edile di via Bergamo 280, la farmacia di piazza della Sorgente 7, il negozio di piazza della Sorgente 6, la farmacia di via Ghinaglia 97c, la farmacia di piazza Cadorna nell’ex palazzina delle esposizioni universali della Frazzi (arrivata al Comune durante la lottizzazione dell’ex ceramica), un’area di via Rosario. Gli immobili saranno alienati con il criterio della miglior offerta, in aumento rispetto alla base d’asta. Gli introiti entreranno nel bilancio comunale 2012. Dunque il Comune va avanti con il suo piano delle alienazioni per il 2012. Ricordiamo che nelle vendite possibili è stato anche inserito lo splendido Palazzo Grasselli di via 20 settembre, vincolato totalmente dalla Soprintendenza, che il Comune ha avuto in eredità dall’ultimo erede dalla famiglia Grasselli.

Galleria fotografica di Francesco Sessa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giovanni Baldesio

    Le vendite avvengono, ammesso che avvengano, contro il mio parere.
    Non nel mio nome di Cremonese da innumerevoli generazioni, discendente di quegli Avi che quelle proprieta’, donate al Comune, le hanno sudate.
    I soldi incassati poi, ripianano debiti che non sono miei, magari il conto telefonico dei consiglieri, le fotocopie di documenti assurdi, i premi a dirigenti che non se li meritano, il mantenimento di fanigottoni arrivati non si sa bene da dove o agenzie di stampa create ad hoc per garantire il lavoro agli amici degli amici.
    No!
    Avete gestito male?
    Fuori dalla Wollas!
    Adesso.
    Subito.

  • carlo

    per la prima volta, totalmente d’accordo con Baldesio

  • Toropazzo

    Ma pensate davvero che ci sia qualcuno così pirla da comprarsi la ex scuola edile? Per farci cosa? Pagarci l’imu sicuramente!

  • Elsobrino

    In tutta Italia i farmacisti non mi sembra che se la passino male e lavorino in perdita.
    Possibile che solo il comune di Cremona non riesca a ricavare un guadagno dalle farmacie e sia costretto a venderle?????

    • Giovanni Baldesio

      La AFM, Azienda Farmaceutica Municipalizzata non e’ piu’ del Comune di Cremona. E’ una SpA di cui il Comune detiene circa il 20% (piu o meno), mentre l’80% e’ di Admenta Italia che se non sbaglio e’ di prorpieta tedesca (o dico, se non sbaglio, perche spero che il lettore vada a controlalre, adesoo e’ cosi’ facile…)
      forse non si e’ capito ma “se sono gia’ magnati tutto2 restano le briciole e la domanda e’ :
      cosa succede quando non ci sono piu’ nenache quelle?
      Boh!

      Ricordo poi che nella grande crisi del passato, quella che ha messo in ginocchio gli Stati Uniti, nientemeno, con crolli di borsa, suicidi, gente nelle baracche in Central Park ecc. in Italia il Fascismo ha fatto si che la crisi avesse effetti molto meno devastanti.
      Come?
      Innanzitutto dando carta bianca a uomini realmente di valore, magari Fascisti tiepidi, ma di indubbia intelligenza, sto parlando di Benduce (cercare anche questo, scommeto non l’avete mai sentito nominare, perche’?) e poi nazionalizzando, facendo entrare, e non uscire come adess, lo STATO. Uno Stato credibile, forte, volitivo, ordinato, mica insieme di ruffiani e quaqquaraqua’ come quello di oggi. diciamo Stato di uomini e mezzi uomini (libera citazione da Sciasia, se non l’avete capito: il giorno della civetta)

      Questi che comandano invece hanno obiettivo di concludere degnamente la LORO esistenza: dell’Italia e del suo futuro non gliene frega niente.

      W l’Italia
      W Cremona
      … e speriamo che venga il tempo che potremo almeno combattere e anche cadere per la NOSTRA terra (obbedendo al mandato costituzionale di Difendere la Patria)

      • Toropazzo

        Così lo stato tornerà a fare i panettoni che poi il Prodi di turno proverà a regalare al debenedetti di turno!