Ultim'ora
Un commento

Sessanta anni fa la scomparsa dell'arcivescovo Giovanni Cazzani

Domenica 26 agosto ricorre il sessantesimo anniversario della morte di mons. Giovanni Cazzani, arcivescovo di Cremona dal 1914 al 1952. Per l’occasione, in Cattedrale, alle ore 11, il rettore-parroco, mons. Ruggero Zucchelli, celebrerà una Santa Messa alla quale parteciperà il perinsigne Capitolo dei Canonici. Al termine clero e fedeli scenderanno nella cripta e sulla tomba del venerato presule reciteranno una particolare preghiera di suffragio. L’intero rito sarà trasmesso in diretta dall’emittente televisiva interregionale Studio 1 (canale 80 del digitale terrestre) e dall’emittente radiofonica diocesana RCN. Mons. Cazzani, originario di Samperone in provincia di Pavia, è unanimemente considerato uno dei pastori più insigni della Chiesa cremonese: apprezzatissimo per la vasta cultura e la sincera pietà, guidò con mano ferma e sapiente la diocesi nel mezzo di due guerre mondiale, della dittatura fascista e del difficile tempo della riconciliazione e della ricostruzione dopo la Liberazione dal giogo nazista. Particolarmente attento allo sviluppo dell’associazionismo cattolico e alla preparazione culturale e spirituale dei suoi sacerdoti, compì 6 visite pastorali, indisse 3 sinodi, scrisse 38 lettere pastorali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti