Un commento

Carabinieri in azione, chiuso negozio e sequestrati 300 litri di gasolio

carabinieri

Giornata di supercontrolli, quella di ieri, per i carabinieri, impegnati in un servizio coordinato in città e nei comuni della provincia di Cremona.

A Ostiano i militari e gli uomini del Nas hanno chiuso un bar gestito da un cinese. Nel locale lavorava una minorenne cinese risultata non in regola e in più il titolare non era in possesso degli atti previsti per legge relativi alle norme di sicurezza. Nei prossimi giorni al barista sarà sospesa l’autorizzazione.

A Vescovato, invece, i carabinieri hanno denunciato un indiano di 33 anni residente a Torre dè Picenardi con l’accusa di ricettazione. L’uomo è stato trovato in possesso di 300 litri di gasolio per autotrazione. Durante il controllo, nell’auto dell’indiano sono stati sequestrati tre bidoni contenenti complessivamente 100 litri di gasolio, mentre nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato un contenitore con altri 200 litri. L’uomo non ha saputo dare spiegazioni sulla provenienza del carburante. Nei suoi confronti è quindi scattata la denuncia per ricettazione.

L’attività dei carabinieri ha visto complessivamente la denuncia a piede libero di quattro persone, due italiani e due stranieri,
cinque contravvenzioni elevate per inosservanza del codice della strada per un totale di 2.600 euro di multa,
cinque esercizi pubblici controllati,
il controllo di 78 persone e di 21 autoveicoli.

A Casalbuttano i militari hanno anche segnalato alla prefettura come assuntore un 22enne residente in provincia di Bergamo trovato con un grammo di marijuana e uno di haschish per uso personale, mentre a Ostiano un uomo residente a Gambara, nel bresciano, è stato denunciato per ubriachezza molesta. E’ stato infatti trovato in stato di ebbrezza davanti ad un’abitazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giovanni Baldesio

    E a Crema, alla festa del PD?
    Mi son sempre chiesto che cosa succederebbe se una pattuglia di Militinell’adempimento dell’Alto Dovere si mettesse fuori dalla festa del PD a controllare patenti e tassi alcolemici.
    Cosi’, tanto per fare. come una cosa che non si e’ fatto per tanto e adesso si fa!
    Non e’ sicurezza?
    Curare l’incolumita’ dei cittadini progressisti usi ad ubriacarsi di cultura ma non solo?

    Certo il comandante o il capopattuglia verrebbero associati alla Rosa dei Venti, Gladio, i Servizi Deviati eCC. eCC., si invocherebbe la destabilizzazione del Nuovo, Gulp, nuovo dopo tre mesi, Sindaco, ma insomma… ci sarebbe da divertirsi.