10 Commenti

Incendi in campagna e alle porte della città, vigili del fuoco mobilitati

pompieri_2

AGGIORNAMENTO – Proseguono gli interventi dei vigili del fuoco contro gli incendi estivi nelle campagne, aumentati rispetto agli anni passati e spesso di origine dolosa. Non c’è stata pace nemmeno nella notte. Grande la mobilitazione tra Scandolara e Motta Baluffi attorno a mezzanotte. Gli uomini del 115 ci hanno messo diverse ore per spegnere completamente le fiamme. In fumo diverse migliaia di metri quadrati di campi. Ancora non è chiara la natura dell’incendio.

E’ invece alle porte della città, nei pressi di via Giuseppina e della tangenzialina, che un grosso incendio ha cominciato a divampare nel tardo pomeriggio di domenica. A fuoco alcune rotoballe vicino a una cascina, e poi la campagna circostante. Necessaria la chiusura al traffico della tangenzialina stessa. Sul posto molti vigili del fuoco e diverse autobotti per l’intervento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • il profeta

    99% è un incendio doloso ,ci sono troppi coglionazzi a piede libero.

  • condivido ciò che dice profeta.
    ma che minchia è la “tangenzialina”?

    • il profeta

      Significato n°1
      la tangenzialina è una strada che collega via Casalmaggiore con il bosco ex parmigiano e si collega con l’autostrada A 21 o la via Mantova per andare all’iper o in Città.
      Significato n°2
      tangenzialina è una tangenziale piccolina
      mentre coglionazzi sono dei grossi coglioni-

  • ah,grazie della delucidazione sulla tangenzialina!
    pensavo fosse na tangenziale x i puffi..ahhaah

  • pino

    Certo che siamo nel 21esimo secolo solo a parole!!!
    Perchè con tutta la tecnologia satellitare che c’e’, militare e non, non si riesce a rendere disponibili immagini o fotogrammi satellitari che possano aiutare a capire l’origine ed ad identificare gli autori di atti criminosi commessi alla “luce del sole”????
    E’ proprio una tristezza….

    • il profeta

      caro Pino hai ragione ma Cremona è una città chiusa i cittadini pensano più alla cremonese che alle innovazioni tecnologiche da 50 anni dove le assocciazioni sono gestiti sempre dagli stessi persone , cabrini Piva ecc ,se cremona la chiamano la morta gora ci sarà un motivo.

      • pino

        a dire la verità il mio era un pensiero più in generale di come a livello mondiale, nazionale, provinciale, non si riesca a far fruttare al meglio la tecnologia che negli anni s’e’ conquistata.
        A che servono centinaia, forse migliaia di satelliti che possono vedere e registrare qualsiasi cosa avvenga sulla faccia della terra?
        Solo per fare le mappe di google earth?

        • il profeta

          ti sei forse dimenticato, che in America la delinquenza è assai diffusa e le città sono controllate al massimo con telecamere dapertutto, ma li i cittadini non si stracciano le vesti anzi… ,se dovessero autorizzare il controllo dei satelliti in Italia, quasi tutti invocherebbero la privacy e pertanto non si riuscirebbe a fare nulla ,alcuni magari non vorrebbero essere scoperti in camporella in compagnia di donne o magari ragazzotti omossessuali, il clero e i pedofili insorgerenbbero ,ricordati sempre che siamo in Italia paese popolato da persone strane con sembianze da buoi

          • pino

            già… sti bigotti del cxxxo

  • il profeta

    Essendo un ex vigile del fuoco faccio i miei complimenti alle squadre intervenute e nel frattempo come volevasi dimostrare, questo è il classico incendio appiccicato dai coglionazzi è un incendio doloso,siamo in balia dei coglionazzi le madri dei coglionazzi sono sempre in cinta W i coglionazzi .