Ultim'ora
36 Commenti

Statua di Rostropovich senza una piazza, il Pd interroga il sindaco

Nel 2002 Cremona ha dato la cittadinanza all’artista russo Mstislav Leopoldovich Rostropovich. La sua figura contribuisce a valorizzare la tradizione musicale e liutaria della città, diffondendone nel mondo il nome e l’immagine, era la motivazione. Da quattro anni la statua che lo ritrae cerca una piazza (leggi l’articolo) e la questione arriva sul tavolo del sindaco. I consiglieri PD Annamaria Abbate e Gian Carlo Corada, infatti, interrogano il Sindaco per sapere quali sono i termini della proposta di Leonidas Raffaelian, a che punto di avanzamento è il lavoro dell’artista da lui incaricato Vladimir Fedorchenco, e chi sono gli artisti legati a Rostropovich che sponsorizzerebbero l’operazione.

Il testo dell’interrogazione.

Preso atto che il liutaio Leonidas Rafaelian si è fatto promotore dell’encomiabile iniziativa di dedicare una statua al celebre violoncellista Mstislav Leopoldovich Rostropovich

Considerato

Che  Il 22 ottobre 2002 Cremona ha dato la cittadinanza all’artista russo con la seguente motivazione:”Conferendo la cittadinanza onoraria al maestro Mstislav Rostropovich, Cremona, che ha dato i natali a Claudio Monteverdi e ai più grandi maestri liutai di tutti i tempi, riconosce in lui non solo un eccellente interprete, ma anche una persona dotata di grande umanità, che crede nella musica come strumento utile allo sviluppo della pace tra i popoli. Con le sue esibizioni egli contribuisce a valorizzare la tradizione musicale e liutaria che appartiene a Cremona, diffondendone nel mondo il nome e l’immagine.”

Che la Facoltà di Scienze Politiche di Bologna il 9 marzo 2006 ha conferito la laurea ad honorem con la seguente motivazione”Ciò che rende la sua figura unica nel mondo artistico e culturale contemporaneo è il fatto che la passione e il talento per la musica hanno continuamente interagito con la passione per la libertà e per i diritti dell’ uomo.” A Bologna, Rostropovich aveva già ricevuto  il Sigillo d’ onore e  la Medaglia d’Oro della Città

Che Cremona, culla della liuteria classica italiana e ancora oggi protagonista grazie alla rinomata Scuola internazionale di liuteria e alla presenza attiva di circa 150 botteghe liutarie, ambisce a competere nel mondo con le altre “città della musica” con le sue rassegne internazionali e il nuovo Museo del violino.

Si interroga il Sindaco e l’assessore competente per sapere quali sono i termini della proposta di Leonidas Raffaelian, a che punto di avanzamento è il lavoro dell’artista da lui incaricato Vladimir Fedorchenco, e chi sono gli artisti legati a Rostropovich che sponsorizzerebbero l’operazione.

I consiglieri

Annamaria Abbate
Gian Carlo Corada

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti