Cronaca
Commenta22

Fanno benzina e fuggono, benzinaio trascinato: presi

Due ragazzi nati a Cremona e residenti in provincia, T.O.D., 27 anni, e A.F., 23 anni, entrambi con precedenti specifici, sono stati individuati e denunciati per rapina impropria e lesioni personali ai danni di un benzinaio cremonese. L’indagine è stata portata a termine dagli uomini della questura. I fatti: sono le 5 della mattina del 26 agosto, i due ragazzi si fermano con la propria autovettura nell’area di servizio Tamoil al casello dell’A21. Il conducente scende per fare 20 euro di gasolio. Nel frattempo il benzinaio si avvicina all’auto. Anche il passeggero scende e si dirige verso il chiosco. Poi torna e sale in macchina, così come il giovane che era alla guida. Il benzinaio si rende conto che i due non hanno alcuna intenzione di pagare, così si para davanti alla vettura. I due malviventi partono, la vittima si fa da parte ma non ha alcuna intenzione di mollare. Nel  disperato tentativo di fermarli, si sposta verso il lato guida e dal finestrino cerca di estrarre le chiavi. Tutto inutile: la macchina parte a velocità sostenuta, trascinando il benzinaio per alcuni metri. Poi l’uomo cade e i due riescono a fuggire. Fortunatamente le ferite riportate dal gestore dell’area di servizio non sono gravi: se l’è cavata in sette giorni di prognosi, ma avrebbe potuto andare molto peggio se nella caduta avesse battuto la testa. Subito partono le indagini, successivamente concluse con l’individuazione e la denuncia dei due autori della rapina. Fondamentali per chiudere il cerchio si sono rivelate le immagini delle telecamere.

Le immagini registrate dalle telecamere

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti