Ultim'ora
30 Commenti

Auto tamponata, schianto a Castelvetro: morti due cremonesi

Terribile incidente intorno alla mezzanotte alle porte di Castelvetro Piacentino, davanti all’ingresso del parcheggio di un’area commerciale. Vittime due cremonesi, Giovanni Rossi e Annamaria Bernardi. Le cause dello schianto, come riporta il quotidiano “Il Piacenza”, sarebbero da attribuire all’alta velocità e forse anche ad una manovra azzardata. A perdere la vita è stata la coppia che viaggiava insieme a bordo di un’auto. Improvvisamente la loro macchina è stata tamponata con violenza da un’altra vettura, ribaltandosi e finendo contro un palo in cemento. Per i due non c’è stato nulla da fare, sono morti sul colpo. Giovanni Rossi, 42 anni, commercialista, e Annamaria Bernardi, 41 anni, cotitolare di una tabaccheria di via Dante, viaggiavano a bordo di una Kia che è stata travolta da un’Alfa Mito condotta da Diego M., 27enne piacentino, rimasto ferito. I corpi senza vita dei due cremonesi, genitori di due bambini di 6 e 8 anni, sono stati estratti dai vigili del fuoco, mentre dei rilievi si sono occupati i carabinieri della stazione di Monticelli con il supporto dei colleghi del Radiomobile di Piacenza.

La ricostruzione dell’incidente è stata possibile grazie ad un testimone oculare, un automobilista di passaggio. La Kia, condotta da Giovanni Rossi, stava viaggiando verso Cremona lungo la strada provinciale 10 che attraversa Castelvetro. All’ingresso del parcheggio dell’area commerciale e del night club, alle spalle è arrivata – sembra a velocità folle – un’Alfa Mito con a bordo il piacentino che ha tamponato in pieno la Kia. A causa dell’impatto violentissimo, l’auto è finita contro lo spartitraffico laterale e si è rovesciata finendo contro un palo in cemento che sorregge una lampada Enel, mandandolo in frantumi. Questo ha però provocato il ribaltamento della vettura dei due cremonesi che sono stati trovati già privi di conoscenza quando, poco dopo, sono arrivati i soccorritori del 118: l’ambulanza della Pubblica esistenza di Monticelli, quella dell’ospedale di Fiorenzuola, l’automedica di Cremona e una altro mezzo della pubblica cremonese.

I vigili del fuoco hanno lavorato duramente per estrarre i corpi dell’uomo e della donna dall’auto distrutta. Il piacentino invece è stato subito portato d’urgenza in ospedale dal 118, ma non si troverebbe in pericolo di vita. La strada è rimasta chiusa fino alle 3 del mattino per permettere ai carabinieri di Monticelli e ai colleghi del Norm di Piacenza di effettuare i rilievi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti