10 Commenti

Caso finti matrimoni, disposta archiviazione per consiglieri

matrimoni2

Ventura e Marussich

Forse c’è stata “leggerezza” nel celebrare il finto rito matrimoniale in un noto ristorante del circondario da parte di due consiglieri comunali, Marcello Ventura e Mirella Marussich del Pdl  (difesi dagli avvocati Carminati e Fasani), di certo non è stato commesso reato. Così nelle scorse settimane, il Gip di Cremona Cinzia Platè, ha fatto propria la richiesta di archiviazione del Pm Saponara nei confronti dei due consiglieri comunali, emettendo decreto di archiviazione. “Usurpazione di pubbliche funzioni”, era il reato con il quale erano stati iscritti nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Cremona per il caso dei finti matrimoni. Sulla vicenda era stata presentata infatti una denuncia penale dall’avvocato Curatti su incarico di Elia Sciacca, concittadino noto per il suo impegno sul fronte civico e politico. Il caso risale alla metà di settembre 2011. Sostanzialmente il matrimonio era già stato celebrato e nel giardino del ristorante veniva “replicato” ad uso degli invitati.  A far discutere, in particolare, l’utilizzo della fascia tricolore che era artigianale, a quanto dichiarato da Marussich. L’episodio era finito anche in Consiglio comunale, ma salvo una censura verbale del sindaco non ha avuto conseguenze. Questo anche in virtù della dichiarazione rilasciata dal Prefetto che aveva minimizzato il peso della vicenda.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • e te pareva!
    aspettiamo la sentenza del baldesio o del cozzaglio con ansia 😉

  • Gianni

    Tutti coloro che, con la bava alla bocca, volevano vedere in galera i due consiglieri sono serviti! E poi dicono che i tribunali sono ingolfati di pratiche bagattellari!

  • roberto

    Sono contento e godo come un cammello alla faccia di tutti coloro che gratuitamente hanno offeso dei miei amici.
    Gli hanno ridicolizzati ed ora non c’é reato. Chi ripagherà di questa vigliaccata? Rottamatori del PD in testa?

    • Paolo

      Se vogliamo essere corretti si scrive “li hanno ridicolizzati”.
      Se vogliamo esserlo fino in fondo, bisognerebbe scrivere “si sono ridicolizzati da soli”

      • Giulio

        Rimane comunque una pagliacciata!

    • Jimmy

      I cammelli hanno una forma particolare di godimento?

  • Jimmy

    A chiunque avesse qualche nozione giuridica era evidente sin dall’inizio che il fatto non poteva essere ritenuto reato.
    Sia però ben chiaro che non tutto ciò che non è reato è per ciò stesso apprezzabile e condivisibile sotto il profilo morale e politico.
    Quello che i due consiglieri (che dovrebbero essere un modello di attaccamento alle istituzioni e non prestarsi a pagliacciate) è, insomma, un po’ come mettersi le dita nel naso: non è reato, ma non è una bella cosa. Anzi è una cosa che non si fa.

    • PiovonoPietre

      Concordo.
      Certo, intasare i tribunali con inutili atti pretestuosi, per trovare un briciolo di visibilità ed esposizione mediatica….

  • italiana

    Eppure a me continua a venire spontanea la domanda: ma questi signori andavano a far finta di celebrare un matrimonio senza alcun tipo di compenso?

    • politici al rogo

      tu hai colpito nel segno, come colui che li aveva denunciati ma essendo del pdl sono stati graziati, anche grazie al prefetto che senza minimamente arrossire aveva minimizzato l’accaduto.