17 Commenti

Consigliere Idv restituisce il permesso Altri lo faranno ?

permessi-cons

Lunedì pomeriggio il consigliere dell’Idv Giancarlo Schifano restituirà alla segreteria del consiglio comunale il permesso per parcheggiare gratuitamente ovvunque e per accedere in Ztl. Un gesto simbolico per stare concretamente dalla parte di tanti cittadini che hanno protestato per i nuovi privilegi accordati agli assessori comunali e provinciali, ai consiglieri comunali e provinciali nella revisione del piano del transito.   “Ho deciso d’interessarmi e di seguire la politica, perché ho sempre creduto che il primo obiettivo da mettere in atto consista nel saper ascoltare e seguire le indicazioni del cittadino per il bene della città che si è chiamati a rappresentare. – ha detto Giancarlo Schifano – La vicenda dei pass gratuiti ai Consiglieri Comunali e Provinciali, Assessori, Sindaco e Presidente della Provincia, nonché l’accusa di far parte della cosiddetta  casta, mi ha rattristato e addolorato ,in tempi non sospetti sono stato l’unico a sostenere in una commissione ambiente-mobilità che bisognava dare l’esempio nel riconsegnare tutti i pass per non essere accusati di favoritismi o privilegi. Oggi la situazione è drammaticamente mutata, la Giunta di centro-destra ha deciso di far cassa facendo pagare il pass ai commercianti, agli artigiani,ecc…..ma credo che abbia sottovalutato e minato la credibilità delle istituzioni in un momento in cui il consenso politico nei confronti dei tradizionali partiti è ai minimi storici, tutto ciò è causato dalla mancanza di fiducia dei cittadini in quella classe politica che a parole dice di impegnarsi per rendere vivibile e attraente la propria città, ma nei fatti decide autonomamente senza tener conto della suprema volontà popolare di aumentare le tariffe dei permessi  e di preservare per se stessi delle condizioni agevolate. Io a questo gioco al massacro non ci sto, non faccio parte di nessuna casta ,la mia esperienza politica quasi sicuramente finirà con lo scadere del mandato, rispetterò sempre la volontà popolare e a tal proposito annuncio che domani alle 14.30 consegnerò il mio Pass senza nessun tipo di perplessità o tentennamento. Credo che ogni Consigliere o Assessore sia libero di prendere delle decisioni in merito a questa situazione incresciosa dei pass, io la mia decisione l’avevo presa tanto tempo fa , oggi ho deciso di portarla a termine”.

Ma quanti seguiranno l’esempio di Schifano? Anche nel Pd diversi stanno pensando al non rinnovo dei permessi. Infatti i Democratici hanno preparato un comunicato attribuendo alla amministrazione Perri la responsabilità di una simile situazione (in consiglio comunale Pd e Idv votarono contro). “Bisogna dirlo a chiare lettere che le modalitá, i tempi e il costo dei permessi compresi quelli per i politici e la loro dilazione nel tempo (1.1.2013) sono attribuibili solo alla Giunta Perri – dicono Crisitina Manfredini e Maura Ruggeri – Nel dibattito in Consiglio Comunale il Pd votò contro la delibera che istituiva il pagamento dei permessi per le categorie economiche/medici/amministratori pubblici perché quello che usciva, e che viene confermato oggi, è solo l’ennesimo obiettivo di far cassa, visto che nel bilancio di previsione sono stati previsti 180.000 euro in entrata. I nostri emendamenti, sono stati tutti bocciati dalla maggioranza che oggi propone queste disuguaglianze”. Adesso seguiranno gesti concreti?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giannino della Palla

    Tempestivo, puntuale, emblematico. Bravo Schifano!

  • roberto

    Giancarlo è sempre il numero uno.
    Potrebbe anche proporre, vsita la situazione cambiata, che finalmente i consiglieri eletti non abbiano più il diritto al gettone di presenza sia in consiglio che nelle commissioni…….appunto perchè la politica è un servizio non una fonte di reddito.
    Naturalmente previo avviso alla stampa………………………

  • ABC

    Se così fosse della restituzione del permesso tanto di cappello e grande rispetto … Magari Schifano se catum che Te paghi el bianc cun la pulpeta ! Brao regas cusè se fa daghe na lesion a chi lè ! Dai che magari gun truat el
    prosim sindec de vuta ! Oh me racumandi fa mia di schers cines de mia purtaghe el permes ….. !

  • bè,visto il bel gesto,poco consono ai politici,ora piu che seguirne l esempio,gli altri consiglieri i ghe darà del mamalòc!
    penso sia un buon esempio personale che gli fa onore,ma che non sarà seguito dagli altri…altrimenti avrebbero sospeso i permessi all inizio di sta faccenda.

  • don pizzarro

    Secondo me il gettone di presenza per commissioni e Consigli è corretto e doveroso, seppur – come credo sia nel caso di Cremona – di importo ridotto. Il problema è che nelle sedute devi parlare, fare vedere ai tuoi elettori che ci sei, che non hanno votato un pupo siciliano, ma una persona in carne ed ossa. Un soggetto pensante. Chi non interviene e non parla in un tot di commissioni/Consigli, niente gettone. Altrimenti tanto vale far accomodare in aula una marionetta. O no? Secondo me si dovrebbe assegnare gettoni di presenza di importi diversi sulla base della tricotomia con cui Alberto Arbasino divide l’umanità: brillante promessa, solito stronzo, venerato maestro.

  • roberto

    tra i consiglieri mi risulta che il Siri Leonardo il permesso non lo abbia mai fatto.
    Questo è veramente un grande!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • andrea

    L’incensazione di questo gesto inutile la dice lunga sul livello di barbarie culturale a cui siamo arrivati. A me del fatto che Schifano abbia restituito il permesso non me ne può fregar di meno. Voglio sapere quali sono le capacità politiche di Schifano, le idee, le proposte e la propensione a far politica vera. Non è che lo giudico bene perché che si fa bello di un gesto demagogico, da cui peraltro nessuno di noi trarrà alcun vantaggio. I gesti simbolici sono, appunto, simbolici. Il che, tradotto, significa che non servono a un cazzo

    • ABC

      Per Lei potra’ essere un inutile gesto per altri invece potrebbe essere un inizio di cose sane! A lei non interessa se restituisce il permesso ? Che lo facciano anche altri magari quelli che Lei sa le proposte le idee di far politica . Non lo giudica bene ? E gli altri che non hanno il coraggio di farlo ???? Per Lei e’ un gesto simbolico non vedo cosa costi allora la rinuncia da parte di altri. Insoma per Te alura va ben la Minetti ???

    • Alessandro Tegagni

      Il consigliere Schifano dall’inizio del suo mandato sta facendo proposte di rilievo in ambito cittadino, chieda appuntamento con lui per parlare, è molto disponibile ad accogliere ogni segnalazione e proposta. Se lei afferma ciò, vuol dire che non segue la politica cremonese, quindi riempia la sua lacuna. Sul gionale del Comune costantemente il consigliere esprime pareri e proposte. Faccia un leggero sforzo di documentazione.

  • anonimo

    Ma come…fin quando è stato gratis l’ha tenuto e adesso che è a pagamento lo restituisce? Bel gesto?

    • don pizzarro

      Hai ragione. Un politico quando si decide a fare un gesto seppur solo simbolico come questo – gesto che può essere considerato da alcuni ipocrita – deve pensarci bene altrimenti rischia di mettere una toppa peggiore del buco. Come è successo al buon Schifano.

  • Federico

    Ma chi se ne frega se 20-30 persone possono, autorizzati, parcheggiare in centro, dove parcheggiano a babbo morto cani e porci. Ma dai……

  • Beppe Bodini

    Il parcheggio di piazza Marconi, con quello che è costato in tempo, denaro e disagi, risulta assai sotto utilizzato: perchè non cominciano ghli amministratori locali a liberare le strade adiacenti e servirsi di quegli spazi? In primis l’assessore comunale al bilancio Nolli, che quasi quotidianamente ingombra con il suo fuoristrada per intere mezze giornate carreggiata e marciapiede corrispondenti al n. 16 di via Beltrami, non ha sufficienti risorse per pagarsi il posto in piazza Marconi, discosta appena 50 metri ? Probabilmente la società di gestione, considerato l’affare complessivo realizzato, farebbe pure lo sconto a lui e a alla consorteria comunarda…

    • uh,caro bodini,la prox volta che quell assessore mette il suo fuoristrada sul marciapiede,fammi un favore,chiama i vigili e fagli dare una bella multa!grazie

  • Alessandro Tegagni

    Giancarlo si dimostra, sempre, un bravissimo consigliere. Bel gesto. Quello che non è tollerabile è che finora i permessi erano gratis, mentre il cittadino deve pagare.Sono servitori dello Stato, quindi devono partecipare alle azioni economiche dello Stato, avrebbero dovuto sempre pagare il permesso. Questo è il dato di cui ci dobbiamo allarmare. I permessi non dovranno mai più essere dati gratis!

  • Giancarlo Schifano

    Nonostante molte persone decidono di lasciare un commento senza indicare il proprio nome reale, io voglio rispondere a tutti in maniera chiara e limpida,e mi rendo disponibile con chiunque lo desideri ad un confronto serio sulle idee e sulle decisioni prese. Io il permesso avevo deciso di restituirlo un anno fa,ma credevo nella buona volontà(sbagliandomi) dell’attuale maggioranza di apportare delle modifiche concrete alla vicenda dei pass,in un passaggio del mio comunicato stampa io mi scuso con i cittadini per aver temporeggiato nell’affrontare la situazione dei pass perchè anch’io mi sono sentito tradito da alcuni discorsi che avevamo fatto in commissione,errare è umano,perseverare è diabolico.Qualcuno pensa che io abbia fatto un gesto inutile e ipocrita,ma io credo che ipocrita o inutile è colui il quale si rende conto di sbagliare e non fa nulla per rimediare e cambiare lo status quo. Mi si accusa di essere un pupo siciliano,sono onorato di questo appellativo e delle mie origini siciliane ne sono fiero,perchè vede lei non conosce ne la storia dei pupi ne tanto meno si è documentato sul sottoscritto. Le mie idee o i miei numerosissimi interventi sono registrati e documentati sul sito del Comune di Cremona,nonostante ciò ne approfitto per farle un elenco di alcune interrogazioni orali e scritte,mozioni,relazioni,interventi,che ho fatto:interrogazione parcheggio largo Priori,interrogazione cinema Tognazzi,interrogazione sulle condizioni delle strade e dei marciapiedi,interrogazione Cremona solidale,ecc…..interventi contro l’omofobia,Palazzo Fodri,Diritto allo studio,Tamoil,Ex Inam,Strada Sud,Viabilità via Dante e Trento-Trieste,sottopassaggi ferroviari,ecc….relazioni bilancio 2010,2011,2012;mozioni contro la privatizzazione dell’acqua,contro il ritorno al nucleare,sulla sicurezza degli edifici scolastici,sulle energie rinnovabili,sul trasporto ferroviario,sul Parco di porta Mose,contro le mafie,sull’attuale crisi economica,ecc…… Il giorno in cui non sarei più in grado di svolgere il mio mandato elettorale in modo esemplare e rispettoso delle istituzioni che rappresento,e mi accorgerei di essere li a fare da comparsa non esiterei a dimettermi,anche perchè io non ho mai vissuto facendo come mestiere il politico!!!
    Cordiali saluti.
    Giancarlo Schifano Consigliere Comunale IDV Cremona

    • don pizzarro

      Se con pupo siciliano ti riferisci al mio commento, significa che non hai capito il significato del mio commento. E soprattutto – cosa ancor più grave – che il mio commento non era riferito a te. Anzi: tu sei esattamente l’opposto della marionetta proprio perchè intervieni e parli spesso durante le sedute in Consiglio. Pupi sono altri. Mi spiace che tu non l’abbia colto. E poi – concludo – il mio era un discorso generale sull’opportinità di ricompensare i consiglieri col gettone… Tutto qua. Dimenticavo: basta con la solita storia ‘abbiate il coraggio di lasciare il vostro nome’. Il solito refrain. Non se ne può più. Uno – purchè non offenda e dica cose sensate – è libero di utilizzare lo pseudinomo che vuole. Che male fa, cazzo.