23 Commenti

Mortale di Castelvetro, le analisi sul 27enne indagato per omicidio: presenza di droga e alcol

inc

Giovanni e Annamaria

Presenza di alcol oltre i limiti e di stupefacenti. E’ quanto hanno stabilito, secondo le prime indiscrezioni, gli esami condotti su Diego M., 27enne di Castelvetro indagato per omicidio colposo plurimo, che ha provocato l’incidente in cui è rimasto ferito lui stesso e hanno perso la vita, in territorio piacentino, Giovanni Rossi e Annamaria Bernardi, coppia di Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Francesco

    Eccolo li!
    Le immagini del dolore dei famigliari fotografati al funerale (e che a noi fotografi sono costate l’appellativo di “sciacalli”), si faccia in modo che rimangano il più a lungo visibili e le persone che amano e più sono vicine al ragazzo investitore, ogni giorno gliele mostrino perché comprenda (lui e chi si mette alla guida in quelle condizioni) quali tragedie umane rischiano di creare.

  • ABC

    Te pariva ! E ades sota cun l’avucat che el digara’ che non era in Lui …. era sotto effetto di droga …. aveva dei problemi !!! Na VERGONA !

  • pino

    Adesso c’e’ ancora qualcuno che lo giustifica questo pezzo di merda?

  • ramona

    e la patente gliela diamo ancora?!

  • cittadino cremonese

    Bisogna , a mio parere , che il giovincello paghi lui e tutta la sua famiglia fino all’ultimo dei suoi giorni. Poveretto era ubriaco e drogato e andava a velocità folle… doveva uccidersi lui se voleva , non degli innocenti .. nessuna pieta’ per questa gente.

  • Nolli

    Che sorpresa! Nessuno lo avrebbe mai detto!
    Invece non sarà una sorpresa che non si farà neanche un giorno di prigione, e riavrà la patente fra 1 mese.

  • Siete senza pietà, fin che è in ospedale, vivo, corre il rischio di andare in crisi di astinenza….

  • dove sono coloro che dicevano..”ma poverino,aspettiamo,magari non ha colpe”…”eh,magari sè sentito male!”..
    mi piacerebbe che scrivessero ora sul blog chi difendeva sto drogato e ubriacone!

  • Quaqquaraqquà

    Infame, cosa ci fai ancora vivo tu?

  • Marcello

    Dopo una settimana abbondante esce questa notizia che pareva scontata leggendo la dinamica dell’incidente; l’unico dubbio poteva essere la presenza di droghe… ma che fosse ubriaco non c’erano dubbi. Come si fa a provocare un tale incidente in condizioni normali??? Penso impossibile eppure c’erano quelli che lo difendevano: prima il discorso sulla Kia delle vittime ma era un SUV e quindi PASSO! Poi il malore… MA PER FAVORE! E poi gli amichetti lo difendono pure su FB… MAH!

    • Nolli

      Condivido in pieno. E su facebook è vero ci sono robe che fanno ridere….anzi piangere…tutti avvocati difensori, altro che!

    • Il Giò

      Ma dove? Link?

  • patente?

    Dopo aver saputo delle analisi del sangue, si potrebbe verificare anche se gli era già stata ritirata la patente in precedenza?
    E se fosse successo, chi è stato il giudice a ridargliela?

    Un pensiero speciale alla piccola che domani comincia il primo giorno di scuola.

  • Enrico

    Maini
    Vi dice nulla?
    Qualcuno conferma?

    • Aldo

      SI è lui!!!

      • Enrico

        ottimo grazie chiunque tu sia 🙂

  • rosita

    quando questo idiota imbecille beveva ..o si drogava non gliene fregava niente di niente e di nessuno…io sono mamma…se avrebbero fatto a me una cosa simile giustizia la facevo io con le mie mani perche’ se aspettiamo un giudice campa cavallo che l’erba cresce……..siamo in italia da noi non esiste la giustizia!!!!!!!!!!!!!!!detto questo mando un abbraccio immenso ai due bambini ….senza parole……..

  • Alessandra

    “che il giovincello paghi lui e tutta la sua famiglia fino all’ultimo dei suoi giorni” … la famiglia di lui??? Cosa centra la famiglia di questo ragazzo??? Ma lei non ha neanche vergogna a dire una cosa simile?? Giudicare l’enorme incoscienza del ragazzo è un conto, giudicare sua madre e suo padre non glielo permetto. Si auguri che uno dei suoi figli non faccia mai una cosa del genere, poi vediamo, CITTADINO CREMONESE.

    • daniele

      Intendiamoci, la famiglia è responsabile dell’educazione dei figli, a meno che non si faccia riferimento alla responsabilità della “società” sempre presente per giustificare. Incoscienza enorme è fare una marachella, non uccidere persone innocenti e lasciare orfani due piccoli indifesi. Negli Stati Uniti, cara Alessandra, 15 anni di carcere non facile come minimo. Da noi il tuo amico indifendibile è invece protetto e soltanto preda di rimorsi della sua, molto eventuale e discutibile, coscienza

    • Marcello

      Sono d’accordo con Alessandra; che colpa fare a due genitori come questi che magari quando usciva loro figlio gli ricordavano di non bere, non correre in macchina ecc. ecc. Certo in casa loro non ci siamo e NON E’ GIUSTO GIUDICARE L’OPERATO DI QUESTI GENITORI, che però date le circostanze, loro malgrado, sono state proiettate in questa cruda realtà, in questa TRAGEDIA. Ma attenzione: le compagnie assicurative non si fanno compatire e quindi c’è il rischio che le famiglie rovinate -IN MANIERA DIVERSA- siano due.

  • don pizzarro

    Leggo dal Corriere (oggi, 12/09/2012): “SANZIONI PIU’ SEVERE PER UBRIACHI E PIRATI – (…) In caso di omicidio colposo le sanzioni amministrative (sanzioni amministrative?, ndr) collegate vengono inasprite: annullamento permanente del valore della patente, che potrà essere riacquisita solo a seguito di un nuovo esame decorsi 5 anni dalla data di accertamento del reato con sentenza passata in giudicato. Se poi il reato viene commesso con un tasso alcolemico superiore agli 1,5 g/l o sotto effetto di stupefacenti o sostanze psicotrope la sanzione è innalzata a 15 anni. Stesso trattamento riservato ai casi di pirateria stradale, cioè agli automobilisti che fuggono non prestando soccorso”.

    Bene, anzi male. E magari prevedere intanto che ci sono anche un po’ di galera no? Beh, lo faranno senz’altro (?) la prossima volta. Una vergogna.

  • MORTALE DI CASTELVETRO
    Un lettore l’ha scritto, http://www.cremonaoggi.it l’ha tolto e io obbedisco, non ripeto nome e cognome. Ma se andate a leggere su Facebook i messaggi dei suoi amici, ha sbagliato, capita a tutti, gli altri non facciano gli ipocriti e ficchino il naso a casa loro eccetera, ti auguriamo di tornare presto a casa………..dove non torneranno più, grazie alla sua guida sportiva, i genitori dei due bambini.
    Nell’imprecisione delle conoscenze d’oggi, il codice non può far altro che prevedere che la responsabilità penale sia personale; tra qualche secolo magari sarà possibile individuare anche la spinta data dal sostegno, solo cameratesco, degli altri, al tipo di vita che l’ha condotto al fatto….

    Cremona 12 09 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Filippo

      Perchè togliere NOME e COGNOME quando in un post c’è scritto il cognome? hahaha mi sembrate un filo rinco ragazzi.
      Leggo più in baso ‘Maini, confermate?’.
      Il nome è riportato ovunque.
      1+1= …