Un commento

Gli amici sul web ricordano Camilla, studentessa morta in moto a 24 anni

camilla-2

AGGIORNAMENTO – Vasto cordoglio per la morte di Camilla Bruneri, la 24enne di Cremona che ha perso la vita nella serata di domenica dopo una caduta dalla moto durante una gita con il suo ragazzo in provincia di Brescia. Una gita al lago si è trasformata in dramma. Grande, indescrivibile, ovviamente, il dolore di famiglia e dei tanti amici. In poco tempo la notizia del tragico incidente si è diffusa in città e provincia. Camilla era molto conosciuta. Studentessa prossima alla laurea, era molto impegnata e coltivava parecchi interessi. Curava un blog, le piaceva il nuoto, amava l’arte, era componente della consulta universitaria. Per citare solo alcune cose.

Con il fidanzato aveva deciso di andare al lago, in sella a una motocicletta, per trascorrere la domenica. Alle 18, a Padenghe sul Garda, in via Guglielmo Marconi, il terribile sinistro. Secondo quanto fin qui ricostruito, la giovane sarebbe finita a terra in seguito a una brusca frenata effettuata per evitare l’impatto con un’auto. E’ deceduta al termine di una disperata (e purtroppo inutile) corsa in ospedale. Ferito, ma non modo non grave, il ragazzo, 27enne.

Non si contano più i messaggi comparsi sul web per ricordare Camilla. Moltissimi ragazzi hanno affidato ai social network i loro pensieri su quanto accaduto. C’è chi si dice senza parole e chi sottolinea: “Ti porto nel cuore”. Sul profilo Facebook della 24enne, una lunghissima serie di interventi. Alcuni di questi: “Io ti ricorderò sempre così: sorridente… Ciao Camilla…”; “ho appena saputo…f atico a crederci! Ciao Camilla”; “ciao Camilla, non ti dimenticheremo…”; “senza parole e con tanta tristezza nel cuore”; “ci manchi…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Angelo Mariani

    Durante la bella stagione e’ un bollettino di guerra sui giornali , ancora si insiste con moto di peso e potenza spaventosa su normali strade .
    Salire poi sulla sella posteriore il rischio e’ ancora piu’ elevato , si e’ in balia del guidatore .