Commenta

Autoriparatori, incontro formativo con la Stradale

stradale-artigianato

Si è svolta il 24 settembre un’interessante serata formativa con la Polizia Stradale in merito alle tematiche che riguardano la categoria degli Autoriparatori. Settore che ha risposto in massa all’evento, a dimostrazione di quanto siano importanti ed attuali gli argomenti presi in esame.

La collaborazione tra imprese e organi di controllo si focalizza sulla diffusione di una cultura della legalità e del rispetto delle norme, anche in virtù di una sana e libera concorrenza, per promuovere azioni formative ed informative, sulla corretta gestione dei rifiuti speciali e gli adempimenti connessi alla circolazione stradale e quindi un’educazione alla legalità.

All’incontro, aperto dal saluto del Presidente provinciale Massimo Rivoltini, era presente il Comandante della Polizia Stradale di Cremona Federica Deledda, che ha fornito utili indicazioni agli addetti del settore anche di natura pratica. «Il principale obiettivo degli interventi della Polizia Stradale – ha infatti evidenziato il Comandante – è rivolto in particolare all’accertamento dei requisiti, delle attrezzature, la corretta gestione dei rifiuti, l’utilizzo della targa prova, il traino vetture guaste e ogni altro aspetto riguardante la gestione dell’officina».

«Questo incontro è stato fortemente voluto dalla categoria – dichiara Fabrizio Spotti, Capogruppo Autoriparatori di Confartigianato Cremona – per informare tutti coloro i quali ancora non fossero a conoscenza delle molte norme che regolano il settore e per prevenire l’applicazione di sanzioni sia di carattere amministrativo sia penale, visto che a seguito di controlli ispettivi eseguiti dalla polizia stradale si è riscontrata una scarsa conoscenza della normativa».

Confartigianato Cremona e la Polizia Stradale mirano infatti alla promozione e alla salvaguardia del territorio e delle economie locali, al fine di accrescerne la competitività, ma soprattutto la diffusione d’informazioni per quanto riguarda le procedure utili al rispetto delle norme.

Il Presidente Massimo Rivoltini ha, inoltre, ricordato che “la collaborazione tra organi di controllo e imprese è un progetto che Confartigianato vuole portare avanti nel tempo, per sensibilizzare le imprese al rispetto ed alla tutela dell’ambiente e la corretta gestione e trasporto dei rifiuti speciali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti