Commenta

Documenti falsi alla Motorizzazione, i ghanesi patteggiano

tribunale-documenti

Sono stati processati oggi i due ghanesi trovati in possesso di documenti falsi e finiti in manette lunedì alla Motorizzazione da parte degli agenti della polizia stradale di Cremona. Il 37enne che si era presentato a sostenere l’esame per la patente al posto del vero candidato ha patteggiato dieci mesi di reclusione, pena sospesa, mentre il complice, rimasto in auto ad aspettare, un anno. Il primo è libero, mentre il secondo resta in carcere. Il 37enne era stato trovato in possesso di una carta di identità e di un permesso di soggiorno falsificati, mentre l’altro di una serie di documenti contraffatti, sempre con lo stesso sistema della foto fasulla: passaporto, permesso di soggiorno, carta di identità, e in più aveva due patenti con lo stesso nome ma due foto diverse. L’uomo entrato a sostenere l’esame era stato arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, avendo aggredito uno degli agenti in seguito ad un tentativo di fuga, e accusato di false dichiarazioni, ricettazione e documenti falsi. L’altro era finito in manette per la falsificazione del passaporto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti