2 Commenti

Vietato a scuola lo scambio di figurine, si pagava per le più rare

Figurine

Niente piu’ scambi di figurine alle scuole medie di Vescovato. Il preside Palmiro Carrara ha deciso di vietarli per impedire agli alunni di distrarsi durante le lezioni, ma soprattutto perche’ la dirigenza ha scoperto che alcuni scolari cedevano le loro figurine piu’ rare in cambio di soldi, e c’era chi era disposto a pagare per avere le card adesive con raffigurati i personaggi di alcuni celebri cartoni animati trasmessi in tv. La decisione del preside è stata comunicata ai genitori attraverso un messaggio fatto scrivere agli alunni sui diari, in cui si annuncia il divieto dell’uso delle figurine all’interno della scuola, pena un provvedimento disciplinare e il sequestro delle figurine stesse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • cittadinocremonese

    mi pare esagerato, sarebbe come vietare agli insegnati di andare a scuola in auto perchè spesso lasciano l’auto in divieto di sosta …. mah!

  • TIZIANO CARINI

    ATTENZIONE AGLI SPACCIATORI FUORI DALLE SCUOLE……………..