Commenta

Cremo, Le Noci-Marotta: contro il Treviso si torna a vincere

esultanza marotta[1]

Sopra, esultanza di Marotta (foto Francesco Sessa)

Ritrova un flebile sorriso la Cremonese che dopo tre giornate di astinenza riassapora il dolce sapore della vittoria. Le reti di Le Noci e Marotta firmano la prima gioia dell’era Scienza, portando così la compagine grigiorossa a quota nove punti in classifica. Vittoria convincente contro un avversario praticamente nullo, che giustifica con una prestazione anonima l’ultima posizione in classifica.

Il pubblico dello Zini condiziona la Cremonese che rimane contratta nei primi minuti, mentre il Treviso in maniera ordinata si difende chiudendo bene gli spazi. Il 4-4-2 studiato da Scienza prevede un rapido giropalla, con gli esterni che si muovono in continuazione supportati dalle avanzate dei terzini. Al 10’ la maledizione degli infortuni colpisce anche Fietta, costretto a lasciare il campo per Degeri dopo un contrasto a centrocampo. Nonostante una certa dose di intensità dei grigiorossi, le emozioni stentano a decollare e sono così i calci d’angolo (addirittura 8 nella prima frazione) a creare dei pericoli nell’area trevigiana. Al 22’ Degeri protegge palla in mischia e serve Tedeschi che non riesce però ad imprimere forza al pallone parato da Campironi. Al 34’ il gol che rompe gli indugi: Le Noci posiziona il pallone sulla mattonella preferita dai venti metri e lascia partire un tracciante che sorvola la barriera e si infila nell’angolino. Nulla da fare per Campironi e grande gioia per Le Noci che festeggia col gol la fascia di capitano ereditata dopo l’uscita di Fietta. Prima del chiudersi della frazione ancora un calcio piazzato di Le Noci libera Nizzetto, il cui tiro viene stoppato col braccio da un difensore ospite. Dal dischetto Marotta ruba la scena al designato Le Noci e prova a beffare Campironi con un pallonetto. Rimedia però soltanto una brutta figura e gli insulti dei tifosi, perché senza patemi il numero uno trevigiano blocca il pallone.

Nella ripresa la Cremonese ci prova sempre sui corner con Degeri, che per due volte sfiora il gol di testa, mentre dalla distanza è il mancino di Buchel a scheggiare il palo. Verso il ventesimo Maurizi, alla ricerca del pareggio, cerca di cambiare volto al Treviso inserendo un esterno alto, ma sono ancora i grigiorossi in contropiede a creare i maggiori pericoli. Dapprima Visconti, liberato in area da Le Noci, fallisce a tu per tu con Campironi; quindi Nizzetto dopo una galoppata di quaranta metri costringe il numero uno ospite alla deviazione in corner. Nel finale il palo colpito dal limite dell’area da Sambugaro è solo il preludio al meritato raddoppio realizzato da Marotta, che servito alla perfezione da Nizzetto insacca in scivolata.

Matteo Zanibelli

Foto Francesco Sessa


IL TABELLINO

CREMONESE: Alfonso, Sales, Visconti (81’ Armenise), Buchel, Tedeschi, Cremonesi, Martinez (62’ Sambugaro), Fietta (10’ Degeri), Marotta, Nizzetto, Le Noci. All.: Scienza.
TREVISO: Campironi, Videtta, Esposito (56’ Picone), Bini (56’ Brunetti), P. Tarantino, Cernuto, N. Tarantino (77’ Spinosa), Fortunato, Sy, Salvi, Beccia. All.: Maurizi.
ARBITRO: Lanza di Nichelino.
RETI: 34’ Le Noci, 90’ Marotta.
NOTE – Ammoniti: Buchel, Bini, Sales, Sy, Campironi, Beccia, Brunetti, Fortunato. Angoli 12-3 per la Cremo. Recupero 2’ pt, 3’ st.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti