8 Commenti

Regione, più vicino il ritorno alle urne Alfano: "No accanimento terapeutico"

Formigoni

Sopra, il governatore lombardo Roberto Formigoni

Elezioni più vicine per la Regione Lombardia. Le polemiche accese dall’ennesimo scandalo giudiziario (l’arresto dell’assessore alla Casa Domenico Zambetti, accusato di aver comprato voti dalla ‘ndrangheta) sono lontane dallo spegnersi. “Siamo contrari a ogni forma di accanimento terapeutico”. Queste le parole pronunciate dal segretario del Pdl Angelino Alfano, a poche ore di distanza dal Consiglio federale leghista che ha deciso per un ritorno alle urne nel 2013, con un unico election-day ad aprile per le politiche e le regionali. “Se la Lega dovesse mantenere questa posizione – ha aggiunto Alfano – la responsabilità della scelta della data delle elezioni è del presidente Roberto Formigoni, che sceglierà per il bene della Lombardia e non dei partiti”. Possibile effetto domino su Piemonte e Veneto? “Mai connesso le vicende – ha detto il segretario -. Il patto elettorale con il Carroccio riguardava tutto il Nord, ma la questione-Lombardia è specifica”.

Da Domenica Live, il programma di Canale 5 condotto da Alessio Vinci, Formigoni ha poi pronunciato frasi molto chiare: “Se la Lega vuole mantenere la Lombardia al centro di una campagna elettorale di sei mesi, se lo tolga dalla testa. Se insistono sulla loro posizione, allora si andrà al voto il prima possibile, in caso contrario rispetteremo la scadenza del 2015”. E ha sottolineato: “Alle elezioni sarò sicuramente in campo, anche se con una posizione da determinare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • sandra

    Lega pasticciona e suicida. Ora con Salvini e’ persino peggiorata.

    • batman

      Se non ci fosse stato lui Formigoni sarebbe ancora al suo posto….Maroni aveva già calato le braghe a Roma nei confronti del PDL.

  • gio

    ” Ad majorem Dei gloriam ” :
    FOR ME…GONE

  • Prima il Nord

    Grazie Salvini per averci liberato da Formigoni e da Comunione e Lottizzazione!

    • bubble

      tra meno di un mese vedrai come ti ha liberato Salvini da Formigoni e Amici. Illusi, alle elezioni li vedremo nuovamente insieme come se nulla fosse, potete scommetterci.

    • oscar

      Ma se ci siete andati a braccetto per 15 anni con comunione e lottizzazione. Ma basta prenderci in giro.

  • SPAZI
    Se arrivano i tagli, siano per tutti. Una pagina intera della Stampa, Michele Brambilla, per sviluppare il tema: il Ventennio dell’uomo vittima del suo potere, una carriera costruita sbandierando povertà e castità. Bastavano i capisaldi:
    “Il vero ventennio della Seconda Repubblica non è stato infatti quello di Berlusconi, ma quello di Formigoni……
    Quante volte il potente finisce con il credersi onnipotente. E cade. Rovinando anche il tanto di buono che aveva costruito. Perché Formigoni, in quasi quattro mandati da presidente, di cose buone ne ha fatte tante. La regione Lombardia marcia con molti meno dipendenti di tante altre. I suoi conti sono senz’altro più virtuosi. I suoi ospedali sono i migliori d’Italia…….
    Uomo sicuramente dotato come pochissimi, Formigoni è forse vittima di quel narcisismo che egli stesso ha recentemente riconosciuto. La sua metamorfosi – ahimè riconoscibile anche dalle orribili giacche colorate, dalle disgustose camicie a fiori e dagli imbarazzanti filmati che ha voluto mettere su You Tube – lo ha portato a credersi tanto infallibile da non ascoltare più nemmeno i vecchi amici di Cl……”
    Naturalmente non sono state le orribili camicie a fiori eccetera a rovinarlo senza avere particolari colpe, nemmeno l’affettuosa attenzione della Procura di Milano è riuscita a trovarne, almeno ad oggi, se non quella politica, oggettiva e gravissima, di non essersi accorto degli esecutori che aveva attorno.

    Cremona 15 10 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • oscar

      Se si dice che “non si è accorto”, allora, permettimi, lo si definisce come un frescone. E se è dotatissimo, frescone proprio non è. Non è credibile che la sua unica colpa sia “non essersi accorto”, impossibile.