Commenta

Esame al posto dell'amico con falsi documenti, altro arresto

stradale-patente

Ancora un arresto da parte degli agenti della stradale di Cremona guidati dal comandante Federica Deledda effettuato alla Motorizzazione in occasione dell’esame teorico di guida. E’ il terzo nel giro di qualche settimana. Questa volta in manette è finito un nigeriano di 35 anni che è stato arrestato per false dichiarazioni a pubblico ufficiale (un reato che prevede una pena da uno a sei anni) e denunciato per possesso della carta di identità risultata falsa. L’amico che lo attendeva al bar è stato denunciato in concorso. L’arresto risale a ieri mattina, quando gli agenti in borghese hanno assistito alla sessione di esame. Il nigeriano si è presentato con una carta di identità sulla quale era apposta la sua foto ma con i dati anagrafici dell’amico che avrebbe dovuto essere il vero candidato. Una volta terminato l’esame, che lo straniero ha superato, gli agenti l’hanno fermato. Ad attenderlo, in un bar nei pressi della Motorizzazione, c’era il connazionale, nigeriano di 33 anni, che è stato trovato in possesso del documento di identità dell’amico e della sua vera carta di identità. I particolari di questo terzo arresto sono stati illustrati dall’ispettore capo Giuseppe Belloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti