Commenta

Sul web la petizione di Confesercenti: 'Salviamo i saldi'

saldi

Confesercenti si è opposta alla decisione del Consiglio Regionale della Lombardia che, ha permesso l’effettuazione delle vendite promozionali nei 30 giorni precedenti ai saldi. “Ora – si legge in una nota della sezione cremonese dell’associazione – l’assessore regionale Margherita Peroni, nonostante l’effetto disastroso della norma sull’andamento delle vendite estive, ha deciso di proseguire la sperimentazione anche per il prossimo inverno. È bene precisare che nessuna norma vincola gli operatori sui prezzi e che è sempre stato possibile proporre prodotti al prezzo desiderato, mentre ora si è voluto consentire di promuoverli presentandoli però con sconti e ribassi. Pratica in cui è evidentemente favorito chi dispone di maggiori mezzi economici”.
“Confesercenti – prosegue il comunicato – è fortemente contraria a questa decisione, ritenendola una catastrofe che si abbatterà sulle vendite natalizie e sui prossimi saldi invernali. L’apposita ricerca commissionata da Confesercenti all’istituto SWG di Trieste (effettuata su un campione casuale stratificato di 200 soggetti, di cui un 81% del settore di attività articoli di abbigliamento e 19% calzature e articoli in pelle) ha dimostrato che ben il 63% degli Operatori lombardi del Settore Moda si sono dichiarati contrari al mantenimento di questa norma”. Nello specifico, il 28% degli Operatori ha dichiarato che la normativa regionale ha fatto diminuire le vendite, il 53% che ha lasciato invariate le vendite e solo il 19% che le ha fatte aumentare. Il dato più rilevante è rappresentato dalla provincia di Brescia, che esprime il 74% di operatori del comparto Moda contrari al mantenimento della norma (il documento completo è disponibile sul sito www.agcom.it). “Preso atto del parere degli operatori – va avanti la nota – Confesercenti ha deciso di lanciare una petizione online, aperta ai commercianti, ma anche a tutti i cittadini lombardi che desiderano esprimere la loro opinione al riguardo. Confesercenti invita perciò gli Operatori commerciali del settore Moda a sottoscrivere la petizione rivolta al Presidente del Consiglio Regionale, affinché siano vietate le Vendite promozionali dal 25 Novembre fino alla data di chiusura dei Saldi invernali”. Per aderire: sito internet www.salviamoisaldi.it, dove è possibile apporre la propria firma on line e sottoscrivere così la petizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti