Commenta

Presentato all'Ance il nuovo regolamento edilizio Beltrami: "Risultato importante"

ance

“Non è stata una scelta casuale presentare nella sede dell’ANCE il nuovo Regolamento edilizio del Comune di Cremona, bensì una scelta dettata dalla volontà di testimoniare la vicinanza dell’Amministrazione ad un settore che sta attraversando una fase molto critica e, nel contempo, lanciare un messaggio di ottimismo per il futuro: il nuovo regolamento rappresenta infatti un’opportunità per il rilancio dell’attività edilizia. Il testo elaborato, approvato con voto unanime dal Consiglio comunale il 27 settembre scorso, si colloca all’avanguardia rispetto ad altre realtà ed è frutto dell’intenso lavoro compiuto dai tecnici del Comune, arricchito dalle conoscenze e dalle esperienze professionali di tutti coloro che, a vario titolo, sono stati coinvolti in un ampio percorso fatto di ascolto, partecipazione e condivisione”. Con queste parole il vice sindaco ed assessore all’Urbanistica Carlo Malvezzi ha introdotto nella sala conferenze dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili di Cremona, la presentazione ai rappresentanti del settore edile e degli ordini professionali del nuovo Regolamento edilizio del Comune di Cremona poi svolta dai tecnici dello Sportello Unico dell’Edilizia Marco Masserdotti, Achille Meazzi e Nicolò Gambino.

Le parole chiave del nuovo Regolamento edilizio, come ha rimarcato Carlo Malvezzi, sono: semplificazione per cittadini, qualità del costruire, sostenibilità ed efficienza energetica. Intorno a questi tre temi è stato costruito il documento che porta con sé innovazioni formali e sostanziali. In linea con il processo di semplificazione adottato ed attuato dall’Amministrazione, si è provveduto ad una drastica riduzione dei testi regolamentari vigenti con il chiaro intento di agevolare i cittadini, gli operatori e le imprese, facendo confluire nel nuovo testo ben altri quattro regolamenti. Da qui la nuova denominazione di Regolamento Edilizio per la Qualità Paesaggistica, la Sostenibilità Ambientale e l’Efficienza Energetica.

Per quanto riguarda le innovazioni sostanziali, da sottolineare l’introduzione delle procedure telematiche,  già in fase avanzata di attuazione al punto che, dopo quella che ha riguardato il permesso di costruire, avviata in via definitiva il 1° ottobre scorso, la prima in Italia, l’obiettivo che si sta perseguendo è quello che prevede tutte le procedure edilizie con modalità telematica dal 1° gennaio 2013. A questo si affianca la semplificazione procedurale per tutti gli interventi minori.

“Altri aspetti fortemente innovativi del regolamento  – ha quindi proseguito il vice sindaco – sono l’individuazione e definizione dei criteri utili alla progettazione ed alla verifica degli interventi edilizi, con particolare attenzione alla qualità architettonica e ambientale e la sostenibilità e l’efficienza energetica”.

In considerazione della particolare e difficile congiuntura economica, si è reso opportuno ricalibrare e riformulare le modalità di pagamento degli oneri di urbanizzazione riducendo l’entità del versamento iniziale (dal 50% al 25%) e dilatando i termini per i pagamenti successivi (dai complessivi 18 mesi a 24 mesi). Attraverso questa azione si intende sostenere l’iniziativa delle imprese in un momento di crisi finanziaria che si traduce in una riduzione delle liquidità. Un gesto concreto di attenzione rispetto ad un settore che ha costituito per molti anni il traino dell’economia nazionale.

“E’ un risultato importante l’elaborazione di questo atto, raggiunto in un momento di difficilissima crisi economica che per altro continua a perdurare in tutti i settori del nostro Paese”, ha detto nel suo intervento come ospite dell’iniziativa Carlo Beltrami, presidente provinciale dell’ANCE.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti