Un commento

Comuni, enti e ospedali in provincia Ecco la pioggia di consulenze e incarichi esterni per svariati milioni Leggili tutti nella tabella

consulenze

Incarichi affidati a consulenti e collaboratori esterni (dati comunicati dalle amministrazioni pubbliche all’Anagrafe delle Prestazioni ai sensi dell’art.53 del Dlgs. 165/01). Ci sono comuni grandi e piccoli, dal Comune di Cremona a quello di Scandolara Ravara, c’è la Provincia, c’è il Miur e l’Azienda Ospedaliera. Un elenco lunghissimo e sostanzioso di milioni e milioni di euro in incarichi e consulenze affidati a esperti e professionisti che non fanno parte del personale interno. Numeri – è importante dirlo – che non sono in grado di rappresentare il vero dato complessivo, dato che al 14 febbraio del 2012 (data dell’ultimo aggiornamento disponibile) non avevano comunicato le proprie uscite al ministero per la Pubblica amministrazione e la semplificazione.

E allora, a Cremona, l’Istituto Monteverdi per l’anno scolastico 2010/2011 ha erogato 77 mila e 700 euro (quelli previsti sono molti di più). Si segnalano la consulenza di Mirella Marusich per docenza di lingua straniera inglese (da gennaio 2010 a ottobre 2011 5mila e 200 euro previsti) o quella di Giuliano Ghirardi, docente di solfeggio (da ottobre 2010 a giugno 2011 12mila e 600 euro previsti, ne ha presi 8mila e 800) o ancora quella di Ciavanni Eugenio, docente di violino (da ottobre a giugno 12mila 693 euro previsti, presi 9mila e 100).
La Camera di Commercio ha erogato 35.260 euro nel 2011 per consulenze. Un esempio, a Valeria Lorenzelli per consulenza dal 9 giugno 2009 al 31 dicembre 2009 in ‘progettazione per la valorizzazione del portico e della strada romana’ è stato previsto un importo di 15mila e 930 euro (erogati 4mila euro).
Il Comune Casalmaggiore ha oltre 240mila euro di consulenze erogate nel 2011 a fronte di un importo previsto più alto, in buona parte destinati ai docenti della scuola professionale. Tra i comuni più piccoli, spicca il Comune di Cicognolo con un incarico allo studio di architettura Orlandini Ceretti di importo complessivo previsto di 22mila e 464 euro (erogati 13mila 478) per ‘attività professionali, scientifiche e tecniche’. Poche le consulenze affidate dal Comune di Crema (26 mila e 300 euro erogati nel 2011) e quasi tutte per attività culturali, artistiche e legate al Museo.
Diversa la situazione del Comune di Cremona che ha consulenze pagate nel 2011 per un totale di 670mila e 300 euro, ma previste per quasi un milione. Da segnalare, l’incarico affidato a Claudio Marianini (91 mila e 200 euro erogati, previsti 105 mila e 900) per incarico professionale di coordinamento sicurezza in fase esecutiva e contabilizzazione lavori presso le piscine comunali del centro FIN a Po. Oppure le consulenze dell’ex responsabile dell’ufficio legale Edoardo Boccalini che costano al Comune circa 50mila euro per attività legali (ne ha presi 20mila).
Segue la Provincia di Cremona con 260mila euro erogati, ma molti di più quelli previsti tra i quali spicca l’importo di 40mila euro per lo studio legale Sciumè e 133mila per lo studio Fracasso (consulenza tecnico economica nella procedura di affidamento del servizio di distribuzione del gas).
Ingenti anche le consulenze esterne del Miur (Ministero per l’Istruzione che comprende l’Ufficio scolastico) relative a docenze, doposcuola e assistenza (ad esempio 46mila euro previsti per la cooperativa sociale Umana Avventura). Tra le più curiose, la voce che ha previsto ed erogato 600 euro all’associazione culturale ‘Naviganti e sognatori’ per la realizzazione del progetto didattico ‘Sorridere con il naso’.

Ecco le consulenze di Provincia, ospedali, enti pubblici e comune per comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • danilo

    Il dato globale , per la regione Lombardia, è di duecentosettantaquattro milioni di euro solo per il 2011 !!!!
    Sono numeri che fanno paura. Disaggregando i dati la parte del leone sembra farla una categoria , quella degli architetti.
    Sarebbe interessante fare un raffronto tra le dichiarazioni dei redditi presentate e le consulenze incassate.