Cronaca
Commenta7

Bottino da 2mila euro, romeni in manette dopo inseguimento

Sopra, gli arrestati e il capitano Propato (foto Francesco Sessa)

AGGIORNAMENTO – Tre romeni arrestati dai carabinieri: sono stati trovati con il bottino composto da vestiti dell’Ipercoop di Cremona. I militari li hanno intercettati a bordo di una Mazda con targa austriaca nei pressi dell’Iper di Gadesco attorno alle 16,30 di giovedì. Il veicolo viaggiava in direzione Mantova e ha accelerato quando il gruppetto a bordo si è accorto di avere attirato l’attenzione dell’Arma (insospettita dalla macchina). E’ scattato un inseguimento, conclusosi a pochi chilometri da Bozzolo. Una volta bloccati i tre, i carabinieri hanno visto che sull’auto c’era una grossa quantità di merce e di prodotti rubati, con tanto di codici a barre (ciò ha permesso di scoprire che il tutto proveniva dal CremonaPo) e alcune borse schermate (utili per non fare scattare gli allarmi durante i furti nei negozi). Nel bagagliaio sono stati recuperati borsoni contenenti pantaloni, jeans e giubbotti di marca, oltre a confezioni di lamette da barba. Valore totale: 2mila euro. A delineare l’intervento dei militari è stato il capitano Livio Propato, da un mese al comando della Compagnia di Cremona. I romeni sono stati bloccati con l’accusa di ricettazione. In carcere sono finiti due 21enni e un 32enne. Sono pregiudicati e senza fissa dimora. Uno di loro ha addirittura otto alias. Confermato l’arresto in tribunale, restano i carcere in attesa del processo, fissato per novembre.

“Dare una mano al cittadino è la mia priorità”. Questo l’obiettivo del capitano Livio Propato, 44 anni, arrivato a Cremona dopo varie esperienze nei comandi di Reggio Calabria, Verolanuova e Biella. Il nuovo capitano si è proposto di “migliorare e rendere più tangibile la presenza dei carabinieri sul territorio”.

Sara Pizzorni
Michele Ferro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti