Un commento

Cremona isolata, tutti i treni soppressi per sciopero Viaggiatori infuriati

treni

Nella foto, il pannello informativo in stazione a Cremona

“E adesso cosa facciamo?”, si sono chieste decine di persone nella hall della Stazione di Cremona, di fronte al monitor dove, impietosamente, scorreva per dieci volte la parola “cancellato”. E’ stata una serata da incubo, come in tutte le stazioni della Lombardia. Tutti i treni sono stati bloccati dallo sciopero di Trenord, la società ferroviaria che coordina il trasporto in tutta la Lombardia, ma visto che l’agitazione decisa dal sindacato OR.S.A. è avvenuta in un giorno festivo non sono previste fasce di garanzia. E’ stata una giornata di disagi per chi ha avuto bisogno di viaggiare in giornata in Lombardia attraverso il treno a causa dello sciopero indetto dai sindacati OR.S.A. a cui Trenord ha aderito iniziato nella notte e che sarà attivo fino alle ore 2.00 della notte tra domenica e lunedì 29 ed è per questo che il servizio potrà prevedere ulteriori problemi nella mattinata di domani in cui molti utilizzeranno il treno per raggiungere il proprio posto di lavoro visto che le operazioni necessarie per la ripresa delle corse la mattina viene effettuata proprio nella notte. Visto che lo sciopero avviene in un giorno festivo non erano previste fasce di garanzia.

Domenica sera molte persone hanno atteso invano un treno alla stazione di Cremona. Nell’atrio molti studenti che volevano raggiungere Milano, un gruppo di hostess della Fiera del Bovino ed anche alcune persone che dovevano assolutamente raggiungere Genova e che hanno dovuto cercare posto in albergo. Intasate le linee del centralino di Trenord. Nessuna notizia dello sciopero sui quotidiani lombardi nè sul sito di Trenitalia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Francesco Mazzini

    Trovo vergognoso il continuare a cancellare treni, oggi ho scoperto che sulla linea Piacenza Cremona non circola pià alcun treno, tutti pullman, il yempo di percorrenza è maggiore, pure la scomodità è maggiore. Uno che ha delle coincidenzed co treni grossi deve partire ore prima, poi ha la sgraditissima sorpresa d’essere arrivato nel piazzale esterno alla stazione. Coi bagagli fa ben fatica. Questo non è un risparmio, questo è uno schifo! Grazie arrivederci!!!!