Commenta

Pareggio 'giusto' allo Zini per il posticipo Cremo-Reggiana

cremo

Foto Francesco Sessa

Termina con un giusto pareggio a reti bianche il posticipo dello Zini. Una sfida in grande equilibrio per tutto l’arco dei 90’, dove paradossalmente la Cremonese ha mostrato il lato migliore nella seconda frazione, quando nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Moi è riuscita a creare i pericoli maggiori lasciando soltanto le briciole agli avversari. Un pareggio che prolunga ulteriormente l’imbattibilità dei grigiorossi (ora a otto giornate), ma che allo stesso tempo allontana la truppa di Scienza dai primissimi posti.

Che non sia la Cremonese di Chiavari lo si intravede già dai primi minuti. La manovra è compassata,il ritmo blando e la squadra appare lunga e molto imprecisa. La Reggiana dal canto suo mostra una maggiore intraprendenza, anche se il prolungato possesso palla diviene stucchevole e improduttivo. Al primo affondo subito un pericolo per la retroguardia grigiorossa, con Alfonso costretto a disinnescare con un bell’intervento il tentativo di Viapiana. La Cremonese si affaccia con un traversone insidioso di Buchel, ma al 17’ sono ancora i granata a rendersi pericolosi con un destro di Alessi che scheggia il montante. Nuovamente Reggiana protagonista alla mezz’ora con un tentativo di Viapiana dai venticinque metri e con un diagonale potente di Iraci respinto in corner da Alfonso. Sul ribaltamento di fronte è Marotta a rendersi pericoloso con due rasoterra potenti, ma centrali. In chiusura di frazione l’espulsione di Moi per una spallata a De Cenco (decisione eccessiva del direttore di gara che scatena le proteste dello Zini) obbliga Scienza a rivedere i piani, inserendo Tedeschi per Martinez e passando alla difesa a quattro.

Nella ripresa ci si attende il forcing della Reggiana e sono invece i grigiorossi a tenere il pallino del gioco. Marotta gioca a spallate con la difesa granata favorendo le avanzate dei centrocampisti. Le emozioni però stentano a decollare e la gara prosegue in grande equilibrio. Al minuto 42’ Degeri pesca con un pallone delizioso Buchel, anche stasera il migliore dei suoi, che a sua volta libera Le Noci solo davanti al portiere. Il capitano grigiorosso ritarda però la conclusione favorendo la chiusura di Mei e l’occasionissima sfuma. Al 90’ Buchel decide di fare tutto da solo su calcio di punizione, ma Tomasig, sino a quel momento inoperoso, si distende con un grande intervento sbarrando la strada al Pirlo grigiorosso.

CREMONESE: Alfonso, Sales, Armenise, Buchel, Cremonesi, Moi, Martinez (47’ pt Tedeschi), Magallanes (58’ Previtali), Marotta (79’ Bonvissuto), Degeri, Le Noci. All.: Scienza.

REGGIANA: Tomasig, Bani, Panizzi (59’ Agomeri), Ardizzone, Zini, Mei, Iraci, Viapiana, Rossi, Alessi (67’ Sprocati), Ferrara (30’ De Cenco). All.: Zauli.

ARBITRO: Rocca di Vibo Valentia.

NOTE – Ammoniti: Magallanes, Buchel, Alfonso, Mei, Previtali. Espulso al 42’ Moi per gioco violento. Recupero 4’ pt – 4’ st.
Matteo Zanibelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti