Ultim'ora
12 Commenti

Troncata mano e impugnatura del violino di Stradivari in Largo Boccaccino Di notte vandali in azione indisturbati

L'inaugurazione della statua a dicembre 2011

AGGIORNAMENTO – Imbecillità e vandalismo in libertà di notte nella nostra città. Dopo le scritte sui muri di tanti palazzi nuovi e antichi (persino sulle pietre duecentesche del palazzo comunale), ecco quello che è accaduto nella notte tra sabato e domenica in Largo Boccaccino, davanti alla libreria “Cremonabooks”. I soliti ignoti hanno troncato con un colpo, forse di pietra o di martello, la mano sinistra e l’impugnatura del violino della statua di Antonio Stradivari. Un atto vandalico che sfregia la statua collocata solo un anno fa in Largo Boccaccino e che è diventata in poco tempo l’immagine più fotografata del grande liutaio (in zona ce ne sono altre due, quella di Bodini in piazza Stradivari e quella di Paulli in Cortile Federico II). Sul posto i Vigili urbani. Cercheranno di risalire agli autori del gesto attraverso i filmati delle telecamere. Il fatto sarebbe accaduto sotto gli occhi di un testimone che potrebbe aiutare gli agenti ad individuare i colpevoli.
Una trovata geniale quella di Stradivari su una panchina che guarda un suo violino. La panchina è d’acciaio, modernissima, il maestro è in vetroresina. I turisti di passaggio a Cremona si siedono accanto al più grande dei liutai e si fanno fotografare. La statua di Stradivari è stata realizzata nella posa più nota al mondo che è la stampa di Rinaldi.
L’idea dell’artista sulla panchina non è certamente originale, ma funziona. I turisti fanno a gara per farsi riprendere con il più grande dei liutai. Come a Lisbona dove c’è la statua di Pessoa su una panchina che fa da guida tra la città che ha narrato, a Malaga dove c’è Hans Christian Andersen seduto su un pezzo di marmo, a Tallin (Estonia) dove ce ne sono addirittura due di personaggi che conversano tra di loro: Oscar Wilde e il meno conosciuto scrittore estone Eduard Wilde.
Uno o più hanno rovinato quella di Stradivari proprio nel giorno in cui si apre il Museo del Violino e nella settimana in cui arriveranno frotte di turisti per la Festa del Torrone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti