Commenta

CrForma, Pd: "Si faccia chiarezza su spazi e futuro alla luce del riordino delle Province"

virgilio-crforma

Il futuro del CrForma, azienda speciale istituita dalla Provincia nel 2007 per la formazione professionale, sul tavolo della Giunta provinciale. A sollecitare la questione il consigliere del Pd Andrea Virgilio che ha depositato un’interrogazione. “CrForma – dice il consigliere democratico – è divenuta una realtà importante per il territorio. L’azienda in questi anni ha fortemente consolidato la sua attività. Oggi le due sedi, Cremona e Crema, sono operative a pieno regime, l’azienda ha sviluppato in modo significativo un sistema di relazioni con le associazioni datoriali e sindacali per intercettare  le reali dinamiche della domanda di lavoro e per realizzare azioni formative in grado di rispondere ad una concreta ricollocazione nel mercato del lavoro. Il settore restauro ha ottenuto risultati notevoli, questo dovrebbe comportare, da parte della Provincia, la piena valorizzazione del lavoro che si sta facendo nell’ambito dell’artigianato artistico. L’azienda ha inoltre dimostrato un’elevata capacità di attrazione di risorse pubbliche dai diversi enti finanziatori. Tuttavia oggi sul suo futuro ci sono alcune incognite. Con il riordino delle Province infatti le competenze relative alla formazione e al lavoro saranno redistribuite, questo aspetto rischia di avere delle ricadute nel rapporto dell’azienda con l’ente Provincia. Con l’istituzione del Fondo di Gestione Immobiliare c’è il rischio che la Provincia collochi al suo interno l’immobile dell’attuale sede caricando il centro di formazione di un canone di locazione sulla sua spesa corrente. E’ inoltre ancora irrisolto un problema di nuovi spazi finalizzato a qualificare questa azienda come centro di eccellenza del settore del restauro”. Queste le ragioni dell’interrogazione presentata dal Pd che ha come obiettivo “quello di fornire chiarezza rispetto alle prospettive di un’azienda pubblica le cui potenzialità non sembrano essere colte dalle istituzioni e in particolare dall’Amministrazione Provinciale”.

IL TESTO DELL’INTERROGAZIONE

PREMESSO CHE

CR FORMA è una realtà preziosa per il nostro territorio, con gli altri soggetti della formazione professionale svolge infatti un ruolo importante anche alla luce di questa fase delicata di crisi occupazionale.

L’azienda in questi anni ha fortemente consolidato la sua attività. Oggi le due sedi sono operative a pieno regime e con gli accantonamenti operati nel bilancio approvato dal Cda dell’Azienda si sono stabilite le condizioni per poter individuare nuovi spazi che l’Azienda potrebbe contribuire a rendere agibili per l’attività didattica.

È in atto un lavoro costante di rinnovamento dei laboratori destinate alle attività didattiche

L’ente ha confermato e dimostrato una elevata capacità di attrazione di risorse pubbliche dai diversi enti finanziatori.

L’azienda ha sviluppato in modo significativo un sistema di relazioni con il territorio attraverso il confronto con le associazioni datoriali e sindacali per intercettare  le reali dinamiche della domanda di lavoro e per realizzare azioni formative in grado di rispondere ad una concreta ricollocazione nel mercato del lavoro

Il settore restauro ha acquisito risultati notevoli, questo dovrebbe comportare da parte della Provincia  la piena valorizzazione del lavoro che l’azienda sta facendo nell’ambito dell’artigianato artistico. Oltre a CRF in Italia sono solo tre  le realtà che si occupano della conservazione dei libri antichi.

L’ente mostra delle potenzialità che non sembrano essere colte dalle istituzioni del nostro territorio.

CONSIDERATO CHE

L’amministrazione provinciale deve fornire gli indirizzi strategici all’azienda

In Consiglio Provinciale e in commissione è emersa, anche da parte di alcuni componenti del cda l’esigenza di una maggiore sinergia fra Amministrazione Provinciale e Azienda

In passato i componenti del cda hanno manifestato l’esigenza di un supporto della giunta provinciale rispetto all’individuazione di nuovi e adeguati spazi finalizzati ad accogliere i corsi di eccellenza dell’ente e puntare su questa azienda come centro di eccellenza del settore del restauro

Con il riordino degli organismi intermedi le competenze relative alla formazione e al lavoro non resteranno più in carico delle province.

La Provincia ha recentemente istituito un fondo di gestione immobiliare.

CHIEDIAMO ALLA GIUNTA

Se è in atto un confronto con l’azienda al fine di condividere le prospettive di CR Forma alla luce del riassetto delle deleghe e delle competenze degli enti locali.

Se è intenzione della Provincia collocare l’immobile dell’attuale sede dell’azienda all’interno del sopramenzionato Fondo di gestione immobiliare, caricando l’azienda delle spese di locazione e quindi gravando sulla spesa corrente del suo bilancio.

Se c’è la volontà di favorire uno spazio adeguato per i corsi di eccellenza.

Andrea Virgilio
(capogruppo PD in Consiglio Provinciale)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti