9 Commenti

Don Mauro Inzoli ridotto allo stato laicale Il provvedimento del vescovo su mandato del Vaticano

don-crema

“In data 9 dicembre 2012 il Vescovo di Crema ha emesso un decreto, su mandato della Congregazione per la Dottrina della Fede (Santa Sede), che dispone la dimissione dallo stato clericale del rev.do Monsignor Mauro Inzoli al termine di un procedimento canonico a norma del canone 1720 del Codice di Diritto Canonico. La pena è sospesa in attesa del secondo grado di giudizio. Ogni altra informazione in merito al provvedimento di cui sopra è riservata all’autorità della Congregazione per la Dottrina della Fede”.

Questo il comunicato diffuso dalla cancelleria vescovile della Diocesi di Crema, in merito alla dimissioni dallo stato laicale di don Mauro Inzoli. Questa mattina il vescovo Oscar Cantoni avrebbe riunito con urgenza i sacerdoti della diocesi per spiegare l’accaduto e il provvedimento emesso nei confronti del sacerdote, fondatore del Banco alimentare. Al momento non si conoscono le motivazioni che hanno portato al provvedimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Roberto

    Alla fine la notizia che tutti sapevano è uscita sulla stampa. Non mi rallegro ne mi compiaccio per le tristissime vicende che sottointendono questo provvedimento nei confronti del sacerdote. Va perà detto che a Milano, leggi Regione Lombardia, dai piani celesti sino ad Offanengo, come a Cremona (leggi corso Vittorio emanuele) don Inzoli era il chiaro riferimento. L’auto presidenziale parcheggiata davanti alla chiesa di santa Trinita l’hanno vista tutti. Non so se il “moderatore” di Cremonaoggi pubblicherà integralmente il mio commento. Però non parlo di dicerie, ma di fatti. Ecco, forse oggi, coloro che si professano credenti, e spesso più credenti di altri che rimproverano, dovrebbero imparare qualcosa dall’errore e dalle sentenze emanate su molti. Spesso ingiustamente. Ammettere che il sistema Cl, Cdo, Scuola, connivenza con la politica aveva – ed ha – molto marcio al suo interno.

    • asdfg

      il problema è che i sudditi della chiesa, i cosiddetti “credenti”, rimangono fedeli alla chiesa nonostante succedano queste cose!

      • SEMINARE SPERANZA

        Brutto COMMENTO, ma noi “Credenti” siamo fedeli a Gesù…con una Speranza in più.
        Pace e Bene

        • purtoppo anche nella Chiesa succedono e sono sempre successe brutte cose, è fatta di esseri umani con peccato originale, compresi i sacerdoti, ma sono 2000 anni che c’è e va avanti perchè è Gesù, morto in croce per amore nostro, che l’ha istituita e lo Spirito Santo la ispira.
          C’è altro impero, istituzione, idealogia ecc. che va avanti tanto tempo e insegna la bontà, l’amore, l’aiuto reciproco?
          Mi dica. Se abbiamo un po’ di pazienza sapremo meglio se e che cosa può aver combinato Mons.Inzoli. Di certo ha fatto anche molte cose buone.

      • Il Giò

        E i credenti a cosa dovrebbero essere fedeli? Al politico di turno? Alla Juve? Milan? Che commento idiota

        • SEMINARE SPERANZA

          I SUOI SONO SEMPRE COMMENTI INUTILI…

  • ciccio

    canone 1720 del Codice di Diritto Canonico fa riferimento a profanazione dell’eucaristia attentato al Pontefice, abusi sui minori, assoluzione del complice in confessionale, induzione ad atti turpi in confessionale.
    Pare non sia l’auto presidenziale il problema, anzi, sembrerebbe qualcosa di più grave!

  • Speranza

    Mi dispiace tanto per don Mauro Inzoli che ho avuto modo di conoscere nei mesi scorsi. Sull’accaduto non faccio nessun commento perché solo il Signore che legge nel cuore di ogni uomo può giudicare. Stasera,in casa, durante il rosario abbiamo pregato per lui.

  • asdfg

    il mio commento sarà pure brutto ma i vostri commenti lo confermano più che mai!