Commenta

Sette nuove guardie ecologiche a disposizione del territorio

GUARDIE

Il Comune di Cremona può contare su sette nuove guardie ecologiche volontarie (Gev). Sono Manuele Allegri, Antonino La Malfa, Pietro Mainardi, Vincenzo Martucci, Ferdinando Piva, Paolo Trentarossi e Alberto Zini. Come da regolamento, le nuove guardie ecologiche volontarie hanno prestato giuramento in mattinata davanti al sindaco Oreste Perri, presenti l’assessore alle Politiche Ambientali Francesco Bordi, il Direttore Generale Massimo Placchi, il comandante della Polizia Locale Fabio Germanà Ballarino, la responsabile del Servizio Ecologia Cinzia Vuoto e il coordinatore Mauro Barborini.

Complimentandosi con i volontari, il sindaco ha sottolineato l’importanza del loro compito a tutela dell’ambiente e del decoro cittadino, quindi anche di educazione dei cittadini a rispettare il bene pubblico. Un impegno che fa loro onore e che dovrà essere svolto in stretta sinergia con gli agenti della Polizia Locale.

Il giuramento è avvenuto dopo che i sette volontari hanno frequentato un corso di formazione organizzato dal Comune e sostenuto un esame davanti ad un’apposita commissione regionale. Il giuramento rappresenta quindi l’atto conclusivo di percorso che ha visto il coinvolgimento e il lavoro di squadra tra Provincia, Regione,  Prefettura e Questura, nonché il coinvolgimento della Polizia Locale, con cui le guardie ecologiche volontarie dovranno collaborare per le attività di controllo dell’ambiente e del territorio.

Le nuove guardie, che presteranno servizio in forma personale e volontaria, vanno ad affiancare le altre sette Gev già operative dal 2011. Le 14 Gev faranno riferimento al Settore Ambiente Trasporti e Mobilità e si dedicheranno ad attività di promozione del territorio, in particolare dei parchi, attività di sensibilizzazione contro l’abbandono e il maltrattamento degli animali; tutela della fauna e della flora, attività di informazione della cittadinanza sulla raccolta differenziata e conseguente attività di controllo e sanzioni contro l’abbandono di rifiuti sulle strade comunali e sulle aree pubbliche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti