4 Commenti

Neve, nel pomeriggio rialzo delle temperature Prefetto: scuole aperte

NEVE

AGGIORNAMENTO ORE 15.30 – In mattinata, presso la Prefettura, si è riunito il Comitato Operativo per la Viabilità preposto alla valutazione ed alla gestione delle problematiche di tipo viabilistico registrate sul  territorio provinciale soprattutto in occasione di eventi meteorologici avversi. All’incontro, presieduto dal Capo di Gabinetto della Prefettura, hanno preso parte, oltre ai componenti normativamente previsti, il Dirigente del Settore viabilità della Provincia, quello del Comune di Cremona, quello di Crema nonché un rappresentante della Società Autostrade Centro Padane. Nel corso dell’incontro sono state fornite assicurazioni circa l’avvenuta attivazione dei piani di intervento per l’emergenza neve e, quindi, sul tempestivo impiego di tutti i mezzi spargisale disponibili sulle direttrici e sugli snodi stradali principali della provincia. Nel pomeriggio è previsto il rialzo delle temperature e, quindi, un graduale, progressivo miglioramento della transitabilità della rete stradale. Le strutture operative resteranno, comunque, in collegamento nel corso delle precipitazioni in discorso al fine di condurre una valutazione contestuale e collegiale circa eventuali, ulteriori misure da adottare. Il Prefetto, pur preso atto dell’adozione, da parte di alcuni Sindaci, di ordinanze di chiusura delle scuole del relativo territorio, esclude l’opportunità e, quindi, l’esigenza di provvedimenti simili su scala provinciale. Lo stesso raccomanda, inoltre, agli automobilisti di limitare l’utilizzo dell’auto e, comunque, di usare la massima prudenza prestando particolare attenzione ai rischi determinati dalla possibile presenza di ghiaccio sul manto stradale.

AGGIORNAMENTO ORE 11.30 – TASK FORCE DI TRATTORI IN LOMBARDIA

foto Coldiretti

Nel Mantovano si teme per la tenuta di alcune strutture danneggiate dal terremoto e adesso messe sotto pressione dalle infiltrazioni di ghiaccio e neve, nel Pavese sono state mobilitate task force di trattori anche oggi in tarda mattinata, a Cremona i mezzi agricoli sono intervenuti anche per liberare la centralissima piazza Stradivari. In totale – spiega la Coldiretti Lombardia – sono oltre mille i trattori che in queste ore si trovano sulla prima linea del fronte anti neve, come risulta dal monitoraggio effettuato in mattinata in tutte le province dai tecnici e dagli uffici zona della Coldiretti.

Nel territorio cremonese la neve viene giù ininterrottamente dalle ore 22 di giovedì. Sono già caduti oltre 16  centimetri. Soprattutto ad inizio mattinata non sono mancate le difficoltà nella circolazione, sulle strade provinciali, ma anche negli accessi alla città. Trattori al lavoro in pieno centro città e su tutte le strade del territorio, per liberare dalla neve e spargere il sale. Primi problemi di isolamento nelle cascine situate fuori paese: “Siamo partiti prestissimo, stamattina con i trattori, per ripulire le strade che ci collegano al paese. Altrimenti il camion che ritira il latte non sarebbe arrivato” spiega l’imprenditrice agricola Anna Magnani, che vive in cascina “Bosco Gerola” a Pizzighettone, dove si allevano 300 bovini, con 170  vacche in lattazione.

AGGIORNAMENTO ORE 10.30 – IL COMUNICATO DEL COMUNE

“In base alle previsioni di ARPA Lombardia – scrive il Comune in una nota diffusa in mattinata – la precipitazione nevosa in corso proseguirà per tutta la durata di oggi fino al primo pomeriggio, quando terminerà la fase acuta. In pianura, a partire dai settori orientali, nel pomeriggio il fenomeno dovrebbe assumere carattere di precipitazione nevosa mista acqua. Come previsto dal Piano Neve comunale AEM ha provveduto, fin dalle prime ore del mattino di ieri, a spargere il sale sulle strade cittadine. Gli spargisale hanno continuato la loro opera anche nelle ore serali e notturne. Gli Uffici della Protezione Civile del Comune hanno tenuto monitorato la situazione e quindi sono scattate le ulteriori misure previste in questo caso. Raggiunti i 5 cm di neve, sono intervenuti mezzi spartineve e gli uomini per rendere il più possibile percorribili le strade e i marciapiedi liberandoli dalla neve e dai rami degli alberi rotti per il peso della neve, spargendo il sale, pulendo le strade, i marciapiedi e le aree pubbliche”.

NUMERI UTILI

Per segnalazioni di persone in difficoltà ci si può rivolgere: AUSER numero verde 800995988 chiamate solo da fisso AUSER telefono n. 0372/463265. Entrambi sono attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00. In automatico negli altri giorni ed orari chiamando il numero verde si attiva il call-center nazionale. Pronto Intervento della Polizia Municipale 0372/454516 attivo 24 ore tutti i giorni della settimana.

ORE 9 – L’ondata depressionaria ha portato la neve in tutta la provincia. Già sono caduti almeno 15 centimetri di neve. La precipitazione è ininterrotta da giovedì sera alle 22. Nella mattinata di oggi grandi difficoltà nella circolazione, specialmente sulle strade provinciali percorribili a 3o chilometri l’ora. Già di prima mattina sono arrivate diverse telefonate in redazione con lamentele perchè sulle strade provinciali non si vedevano mezzi in azione. In mattinata si sono registrati diversi incidenti per fuoriuscite di strada per fortuna senza conseguenze per la velocità ridottissima delle auto. Anche diversi bus scolastici non hanno potuto compiere il consueto giro di raccolta per cui molti bambini sono rimasti a casa. Complicato anche muoversi in città. Intorno alle 4 sono entrati in azione i primi mezzi con le pale ma la neve che cade ininterrottamente ha reso difficile la circolazione, come anche testimoniano le immagini del nostro fotografo Francesco Sessa. Difficile per i pedoni il transito sui marciapiedi. Sulle arterie principali si circola a rilento, ma nelle vie laterali si registrano difficoltà di circolazione. La Polizia Stradale consiglia di non mettersi in auto se non si è dotati di catene o di ruote da neve.
Ritardi anche per i treni. Il 2646 delle 6.17 è arrivato con 20 minuti in più a Centrale, il 2648 delle 6.58 con 39 minuti. Il 2650 delle 7.33 ha fatto registrate 25 minuti in più sulla tabella di marcia, ma con problemi al materiale rotabile: 4 carrozze fuori uso e porte bloccate.

LE FOTO DELLA MATTINATA (FRANCESCO SESSA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • merli sandro

    … MAH… I SOLDINI DELLE TASSE L’AMMINISTRAZIONE LI’ HA GIA’ PRESI O NO….????!!!

  • cittadino

    La situazione delle strade Provinciali è sotto gli occhi di tutti, e si ripresenta ad ogni nevicata.
    E’ veramente da criminali non pulire le strade in queste sistuazioni.
    Ci sta l’errore di una volta, ma perseverare è diabolico!
    Caro Salini, se esco di strada con la macchina dovrai rinunciare alla tua bella scrivania di cristallo!

  • roby27

    appello via web:la zona Po è ancora inagibile,sia le strade che i marciapiedi!ma non doveva esserci una task force?io,da privato cittadino,ho pulito e ripulito dalla neve il marciapiedi davanti a casa mia cosi come altri proprietari..ma di mezzi comunali o provinciali manco l ombra!grazie per come usate le nostre tasse!

  • angelo

    evidentemente il cremasco salini non ha ricevuto nessun imput dal “divino”
    auguri…………….