Commenta

Piacenza rinuncia al referendum per passare in Lombardia E risparmia 500mila euro

palazzo-provincia-piacenza

I piacentini rinunciano al referendum per passare in Lombardia. Lo hanno fatto attraverso il consiglio provinciale di lunedì che a larga maggioranza ha detto “sì” alla revoca della consultazione già prevista per il 10-11 febbraio. Così il “voto secessionista” dell’oltre Po è stato ritirato. Ed hanno votato insieme Pdl, Pd e gruppo misto con la sola eccezione della Lega per il “sì” alla revoca. Un po’ la data che di certo non invogliava ad andare al voto (la settimana successiva si voterà per le politiche), un po’ il rinvio del riordino delle province con il decreto del ministro Patroni Griffi lasciato decadere: così Piacenza rimane in Emilia, tanto resta provincia autonoma senza unirsi con i non troppo amati parmigiani. E si risparmiano 500 mila euro della consultazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti