Commenta

Borse di studio per le figlie del carabiniere ucciso

sali-e

Nella foto, Giovanni Sali

Partita una raccolta fondi per le due figlie di Giovanni Sali, il carabiniere cremonese ucciso a colpi di pistola a inizio novembre a Lodi (dove lavorava). L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione industriali del Lodigiano ed è finalizzata a creare una borsa di studio e una borsa lavoro da donare alle due (una è ancora minorenne). Questi gli estremi della banca dove poter versare il contributo (l’appello è stato rivolto a cittadini, imprese, enti e istituzioni):

IBAN IT87R0503520300325570525925

Veneto Banca scpa Filiale di Lodi via Volturno 41 26900 Lodi.

Come riportato dal quotidiano di quel territorio, ‘Il Cittadino’, la raccolta andrà avanti sino a fine febbraio 2013. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Associazione Industriali del Lodigiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti