Commenta

Scompare aereo in Venezuela, a bordo coniugi di Pralboino noti a Cremona per edilizia e Mille Miglia

aereo-scomparso

Erano molto noti anche a Cremona e in provincia, i due coniugi bresciani a bordo di un aereo venezuelano scomparso mentre stava trasportando quattro turisti di nazionalità italiana. Si tratta di Elda Scalvenzi e Guido Foresti. Quest’ultimo era attivo nell’edilizia ed era un noto pilota di auto storiche. Sull’aereo viaggiavano Vittorio Missoni, figlio maggiore dello stilista Ottavio Missoni, e la moglie Maurizia Castiglioni e una coppia di amici bresciani, appunto Elda Scalvenzi e Guido Foresti di Pralboino. I coniugi di Pralboino hanno due figli, Pietro e Cesare, di 21 e 17 anni, che attendono notizie dall’abitazione di famiglia in via Martiri della Libertà. Elda Scalvenzi è la sorella dell’ex sindaco di Ghedi Osvaldo Scalvenzi. Guido Foresti è molto noto nel mondo dell’automobilismo. In più edizioni ha partecipato alla storica corsa delle Mille Miglia che passa sempre da Cremona. Nel 2011 Guido Foresti ha corso insieme al figlio Pietro su una Bugatti 37A del 1927. La famiglia Foresti è molto nota nel campo dell’edilizia, ed è proprietaria di alcune attività a Casalmaggiore e nel casalasco.

La notizia della scomparsa dell’aereo è stata resa nota questa mattina dalle autorità locali del Venezuela che nella notte hanno interrotto le ricerche. Del piccolo bimotore sul quale viaggiavano si sono perse le tracce mentre sorvolava l’arcipelago di Los Roques. L’aereo, con a bordo i due piloti venezuelani di 72 e 45 anni, e i quattro italiani, era decollato da Los Roques e doveva atterrare all’aeroporto Simon Bolivar di Maiquetia, a 20 chilometri da Caracas. I quattro facevano parte di un gruppo che con altri due amici, giunti a Caracas con un altro volo, aveva trascorso il Natale e il Capodanno nell’arcipelago. Secondo quanto riferito dal ministro dell’Interno venezuelano, l’ultimo contatto si sarebbe registrato a 10 miglia nautiche da Los Roques”. Ora la Farnesina ha attivato tutti i propri canali, compresi quelli d’informazione in Venezuela, per fare in modo che le ricerche del velivolo proseguano. Tragica coincidenza il fatto che esattamente cinque anni fa, il 4 gennaio 2008, nella stessa zona era scomparso un altro piccolo aereo da turismo che trasportava otto italiani. Il piccolo aeroplano non è mai stato trovato e l’unico corpo recuperato è stato quello del copilota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti