8 Commenti

Pdl, Malvezzi pronto per la Regione Federico Lena capolista della Lega Dall'Olmo con Monti e arriva Giannino

pol-evid

Nella foto: Salini, Malvezzi e Lena

Del Pd sappiamo tutto. Fin troppo. I pregi (primarie vere, apprezzate anche a destra) e i difetti (i personalismi di cui il partito è pieno). Sono sotto gli occhi di tutti. E qualcuno ci specula. Le assemblee aperte a tutti e la sede di via Ippocastani che è diventata un porto di mare (anche per i giornalisti) hanno messo in luce un partito vivo ma pieno di travagli, non solo generazionali. Martedì finirà la telenovela delle candidature con la probabile posizione di capolista di Cinzia Fontana sul Collegio Lombardia 3 e con Luciano Pizzetti collocato in una posizione eleggibile, soprattutto in caso di vittoria. Ma negli altri partiti cosa accade? A sinistra Sel ha già scelto con Vendola capolista nel Lombardia 3 e Bordo e Cabrini subito dopo.

Il coordinatore provinciale del Pdl Luca Rossi non sa che dire, prende tempo. Oggi è domenica ed ancora non sa se il Pdl correrà da solo, se sarà insieme alla Lega almeno in Lombardia come sembrano dire le ultime indiscrezioni. Chiaramente un’allenza con il Carroccio (con Noi sud in Meridione) darebbe molto più respiro al Pdl ed invogliare anche i big provinciali del partito a farsi avanti. Secondo le nostre informazioni oggi il più attrezzato per una candidatura in Regione del Pdl è Carlo Malvezzi, vicesindaco e assessore all’Urbanistica. Malvezzi ha tenuto finora un profilo basso nelle voci sui nomi possibili, si è defilato ma avrebbe mosso le persone giuste (Lupi) a Milano per poter essere della partita. Alla candidatura non può sfuggire un cremasco ma dopo l’addio al Pirellone di Rossoni (dopo 21 anni) e l’incertezza sulla collocazione di Formigoni (con Albertini? con una lista propria, Lombardia Popolare? Con il Pdl?) la forte componente ciellina del Pdl di Crema sembra attendere alla finestra. Altri nomi. Orini? Beretta? Agazzi? Tutti buoni sia per la corsa alla Regione che per il Parlamento nel Lombardia 3. Al Senato un posto lo sta cercando Gianni Rossoni per chiudere così nella camera alta la sua avventura politica. Per Fratelli d’Italia, tutto ancora top secret e scelte rinviate a lunedì, quando La Russa metterà a punto i nominativi che arrivano dalle province, Cremona ovviamente compresa.

Anche la Lega è in attesa di capire cosa succederà nella cena Berlusconi-Maroni. In lista per il Carroccio alle Regionali ci sarà come capolista Federico Lena, vicepresidente della Provincia. Tutto fermo invece per le politiche in attesa di conoscere la risposta del summit. Nella lista civica per Maroni ci sarà sicuramente un imprenditore cremonese e una esponente del Pdl casalasco.

Tutto fermo per la lista “Scelta Civica per Monti” alla Camera. I nomi saranno visti personalmente dal professore e dal tagliatore di teste Bondi. Ovviamente spera di essere della partita Roberto Dall’Olmo, presidente di “Italia Futura”  ma da Cremona potrebbe spuntare un nome a sorpresa. Forse sarà reso noto mercoledì alle 21 durante l’incontro organizzato a San Vitale. Niente, se non litigi, da Fli provinciale. L’Udc invece dovrebbe scegliere i nomi in settimana, durante un incontro della segreteria regionale. Il partito si è spaccato tra il sostegno ad Albertini e quello ad Ambrosoli (due consiglieri regionali e Savino Pezzotta). Il presidente della Provincia, Massimiliano Salini, non sarà candidato a Roma ma potrebbe ancora trovare collocazione in una lista per la regione Lombardia. Con Albertini, come sembrava un mese fa?

Oscar Giannino, candidato premier solitario di “Fermare il declino” sarà a Cremona, al Cittanova, venerdì prossimo alle 21. Ieri gli attivisti del movimento erano in Galleria a raccogliere firme per la lista. Alle regionali correranno Simone Bini, Alessandro Rossi e Letizia Sommariva. Alla Camera probabilmente l’avvocato Romina Guglielmetti.

I grillini hanno scelto già da tempo, come abbiamo indicato, attraverso le primarie in rete sia per la Regione che per il Parlamento. Ancora nessuna indiscrezione sulle liste di Ingroia e del movimento arancione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Don Chisciotte

    Malvezzi pronto per la Regione? Ma se non conosce nemmeno la realtà di Cremona?….
    Provate a chiedergli “come è strutturato il servizio del 118”?

    Non sa nemmeno da dove partono le ambulanze, né chi le gestisce…
    “Non è di mia competenza” sarà la risposta…
    Ma approvare un piano di risanamento dell’area annonaria lo è stato, peccato che dove dovrà sorgere l’autosilo, al momento c’è l’autorimessa dove stazionano le ambulanze in attesa delle chiamate e LUI, non è ancora stato in grado di suggerire una benché minima soluzione di dove spostare l’associazione che, tra l’altro, non ha i mezzi per acquistare una sede nuova.
    Che tornasse in Padania Acque, almeno i danni saranno limitati…. o non lo rivogliono più neanche lì?

  • contribuente imu

    Le candidature proposte costituiscono la prova inequivocabile che la politica, oramai, indipendentemente dallo schieramento di appartenenza, è completamente in mano a dei perfetti mediocri. Non cì da stupirsi poi se questo maledetto paese dalla mentalità retrograda, bigotta, bacchettona, corrotta, menefreghista, ricca di evasori fiscali (con qualcuno anche che trova il coraggio di giustificare l’evasione, specialmente se commessa da chi ha la fortuna di avere redditi enormi), di ladri che occupano le istituzioni (vedasi le recenti inchieste in regione e proprio l’ultima al Senato)che fanno la bella vita alla facciaccia della gente che non arriva alla fine del mese (se ha un lavoro) oppure non ha nemmeno quello, porta nelle massime istituzioni personaggi mafiosi, ambigui, squallidi e pedofili, o che si fanno corrompere per un piatto di lenticchie per cambiare casacca.

    • sally

      …e non possiamo più nemmeno dire che é colpa nostra xché anche la legge elettorale ci impedisce di far piazza pulita!S.O.S.!!!!!

      • contribuente imu

        Esatto, proprio così, ecco perchè questa legge elettorale, tanto vituperata, in realtà piace a tutti.

    • Manuel

      Tutti preoccupati solo ad elaborare strategie per non perdere il potere e le poltrone! Tutti, nessuno escluso, ad affermare che rappresentano la soluzione e il nuovo, e che loro non hanno alcuna responsabilità nell’attuale disastro! Povera Italia, poveri cittadini, come siamo messi male…..

      • contribuente imu

        Purtroppo questa è la casta…..il motivo per cui tutti corrono? Beh, semplice, il lauto stipendio, tutti i benefici che girano intorno alla carica ricoperta, il poco lavoro (sono anni che le camere si riuniscono si e no due giorni alla settimana, ad andare bene, facendo quindi un piccolo calcolo gli “onorevoli” deputati e senatori hanno presenziato nelle aule parlamentari a fare l’interesse del popolo per ben 104 giorni su 365)il fatto di diventare un boss politico locale, ma soprattutto NON LAVORARE PIU’, tanto lo Stato li manterrà.

        • sally

          Il dramma é che questi ci faranno fare la fine della Spagna e della Grecia…..a pensare alle risorse che ha l’Italia e a quanti uomini di buona volontà esistono fa proprio male!!!!!Che Dio ce ne liberi!

  • ABC

    Ma da Cittadini Cremonesi Voi votereste queste persone ? Mi dite che hanno fatto di positivo per Noi ? Che meriti hanno ( a pa rte quelli personali e di partito) ? ……… Ma per piaser turne pur da dua si vegnit cara i me car pulitic .,…. andi a lauraaaaa a lauraaaa piaton!