6 Commenti

Sondaggio, regge il consenso a Perri Stabile a metà classifica con una fiducia al 52,5%

perri

foto Sessa

Regge il consenso dei cremonesi al sindaco di Cremona Oreste Perri, secondo la classifica del Sole24Ore in edicola oggi. Per i sindaci al governo delle città si assiste ad un generale crollo, con un calo di fiducia per i due terzi dei primi cittadini. Le pagelle del “Governance Poll 2012” assegnano ad Oreste Perri il 55° posto tra i sindaci d’Italia (era al 60°, cinque sindaci sono scivolati dietro), in posizione non particolarmente brillante ma con un consenso del 52,5% rispetto al 51,5% del giorno delle elezioni. Rispetto allo stesso sondaggio dello scorso anno, Perri mantiene lo stesso gradimento, non aumenta nè perde. Un risultato che può soddisfare il sindaco visto che il crescere dell’antipolitica ha penalizzato anche gli amministratori. Le interviste sono state realizzate nel periodo che va dal 15 settembre al 15 dicembre ed hanno riguardato un campione di 800 elettori in ogni comune capoluogo, disaggregati per sesso, età e area di residenza. La domanda posta dai sondaggisti agli intervistati era la seguente: “Le chiedo un giudizio complessivo sull’operato del sindaco della sua città nell’arco del 2012, Se domani ci fossero le elezioni comunali, lei voterebbe a favore o contro l’attuale sindaco?”. Ed ecco dunque il risultato. Il sindaco più amato d’Italia è quello di Salerno, Vincenzo De Luca, con il 72% dei consensi., seguito da quello di Palermo, Leoluca Orlando (con il 71%), dal primo cittadino di Agrigento, Marco Zambuto, con il 70%. Benissimo anche Flavio Tosi, sindaco di Verona, che si prende il 66% ma con un incremento dell’8,7% rispetto al giorno della sua elezione.  Bene anche Marco Doria a Genova (63%, con un più 3,3%) e Giuliano Pisapia, sindaco di Milano, con il 60% di gradimento e con il 4,9% di crescita rispetto al voto ma che aumenta dell’ 8,5%. rispetto alla scorsa edizione del “Governance Poll”.

Per quanto riguarda le Regioni, si salvano solo i governatori di Toscana (Rossi è primo con il 59% dei consensi) ed Emilia (Errani, terzo con 56 ma con una crescita del 3,9 rispetto al giorno delle elezioni). Secondo in classifica è Luca Zaia (58% con un calo del 2,2% rispetto al voto) In coda alla classifica dei governatori Sardegna, Abruzzo e Piemonte. In classifica non figurano Lazio, Molise e Lombardia perché i governatori sono dimissionari e il 24 si voterà per i nuovi assetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Info

    A 3 mesi dalle elezioni del 2009, il gradimento di Corada era del 56,1%. Al primo turno Corada ha preso meno del 42%. Questo è il valore di questi sondaggi.

    • italicus

      ….mantenere alto il consenso in tempi di crisi non è facile e Perri ci è riuscito! Una stella nel buio che lo circonda!

      • contribuente imu

        Già, se si tiene conto della cricca che si trova attorno.

  • sally

    Certo che potevate scegliere una foto migliore!…..solo Emilio Fede riusciva a fare peggio!BRAVO PERRI, ANCHE SE NON CREDO AI SONDAGGI.

  • angelo

    forse chi ha risposto non ha capito bene le 2 domande…….repeat please

  • sandra

    52,5 % significa che appena in campagna elettorale il Pd cambiera’ passo e comincera’ a fare opposizione seriamente, Perri rischia di arrivare a malapena al ballottaggio. Ma e’ fiato sprecato. E’ come parlare a dei sordi.