Commenta

Pendolari 'risarciti', Alloni all'assessore: 'Bonus da estendere'

alloni-treni

Lettera del consigliere regionale Pd Agostino Alloni (nella foto) all’assessore Gilardoni sul caso “risarcimenti” ai viaggiatori della linea ferroviaria per Milano. La questione è legata ai disagi di dicembre. “Dal comunicato apparso sul sito di Trenord, ci pare che non vengano considerati esplicitamente gli abbonamenti ‘Ovunque in Lombardia’”, scrive Alloni. “Credo che per questa tipologia di abbonati occorra estendere il bonus e far si che non ci siano disparità di trattamento tra i diversi pendolari”, afferma. E aggiunge: “Le chiedo un riscontro ma soprattutto in suo autorevole intervento affinché anche gli abbonamenti ‘io viaggio’ possano ottenere il necessario rimborso”.

Ecco la lettera completa

Egregio Assessore Gilardoni,
i giorni scorsi abbiamo appreso che per i disagi causati ai pendolari nella settimana da domenica 9 a sabato 15 dicembre Trenord erogherà un bonus pari al 25% su tutti gli abbonamenti ordinari (mensili e treno Milano), un bonus del 10% sul costo di un mese per tutti gli abbonamenti annuali, e rimborsi pari al 25% per i titoli di viaggio integrati, abbonamenti settimanali e corse singole. 

Dal comunicato apparso sul sito di Trenord, ci pare che non vengano considerati esplicitamente gli abbonamenti “Ovunque in Lombardia”. 
Per questo sono a chiederLe perché non sono stati inclusi. E quali sia la motivazione. 
Mi preme sottolinearLe che dal lancio di questi nuovi abbonamenti molti pendolari che viaggiano su medie tratte hanno preferito optare per questa tipologia di abbonamento. 
 Le ricordo che, a luglio scorso su nostra richiesta l’ex Assessore regionale Cattaneo, durante un’audizione con la V commissione, ci ha fornito le stime esatte degli abbonamenti di questa tipologia sottoscritti dal febbraio 2011 al maggio scorso: gli abbonamenti mensili sono 23.400, con una media di 13.400 sottoscritti al mese e un totale di 400.000 per tutti i tipi di abbonamenti targati Io viaggio. Un trend in netta crescita se si considera che da 3000 abbonamenti, nel giro di quasi un anno, si è andati oltre la quota 13.400 tessere al mese. 

Quindi pur apprezzando la volontà di Trenord di risarcire in parte i disagi causati ai pendolari, credo che per questa tipologia di abbonati occorra estendere il bonus e far si che non ci siano disparità di trattamento tra i diversi pendolari. Le chiedo un riscontro ma soprattutto in suo autorevole intervento affinché anche gli abbonamenti “io viaggio” possano ottenere il necessario rimborso. 
Confidando nel suo intervento, porgo distinti saluti.

Agostino Alloni
Consigliere regionale PD

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti