18 Commenti

Torchio, Milesi e Gramignoli per Ambrosoli, in lista con il "Centro Popolare"

centro-popolare

Si chiama “Centro Popolare Lombardo”. Si è presentato nella sede del Centro Marcora di Cremona. E’ una lista che appoggia la candidatura di Umberto Ambrosoli alla presidenza della Regione Lombardia. E’ una formazione di “moderati” fondata dai consiglieri regionali lombardi uscenti Enrico Marcora e Valerio Bettoni che hanno lasciato l’Udc e da Francesco Patitucci e Franco Spada che hanno abbandonato l’Idv. A loro si è aggiunto anche Savino Pezzotta e la sua “Rosa per l’Italia”. Da quel nucleo è nato un insieme di persone, associazioni, liste civiche che stanno dando vita ad un contenitore politico che vuole: “realizzare una svolta nel governo della Regione non concedendo alla Lega il dominio della Lombardia e di realizzare quindi, controllando tutto il nord, un disegno contrastante con il bene della coesione nazionale e con la continuazione decisa del percorso di costruzione dell’unita’ economica, sociale e politica dell’Europa”. Giuseppe Torchio, Clarita Milesi e Matteo Gramignoli sono i tre candidati al Consiglio Regionale della Lombardia a sostegno di Ambrosoli con il “Centro Popolare Lombardo”. La squadra è un misto di esperienza (Giuseppe Torchio, già parlamentare, sindaco di Spineda e presidente della Provincia non ha certo bisogno di presentazioni, come Clarita Milesi, consigliere provinciale che ha lasciato l’Idv) e di gioventù, come Matteo Gramignoli, da poco approdato alla politica e capogruppo della lista civica “Buongiorno Crema” in appoggio a Stefania Bonaldi, conosciuto nel campo sanitario e nel volontariato. Il coordinatore politico della lista è Giovanni Biondi. Alla presentazione c’era anche Gianni Risari, già parlamentare cremasco, con Gramignoli in “Città amica e solidale” di Crema. Con Torchio, Biondi e Milesi presto il Centro Popolare Lombardo potrebbe anche diventare gruppo consigliare in Amministrazione provinciale.

Torchio è anche capolista a Mantova dove sarà in squadra con Rosanna Miele e con Daniele Mozzi, consigliere comunale a Viadana. “La mission che abbiamo è quella di riuscire a portare voti ad Umberto Ambrosoli, persona straordinaria, pulita e con un progetto importante per la nostra Regione. – dice Giuseppe Torchio – Nel motto ‘liberi e forti’ con cui il Centro Popolare Lombardo si presenta ci siamo sentiti a casa, insieme a persone che provengono da esperienze diverse ma che si sono sentite partecipi del progetto di Ambrosoli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • kunta

    vedere ancora oggi, nel 2013, quella faccia tosta di Torchio che si presenta ancora come alternativa e proposta politica…non ha prezzo.

    “Liberi e forti” recita lo spot del jurassico Torchio: se questa non è spudoratezza, ditemi voi cos’è!

    “Libera e fotti” questo è il suo slogan: sostenuto da decenni dagli agricoltori della Libera, non ha fatto altro che fottere i cittadini cremonesi.

    Proprio una faccia tosta la sua. impresentabile: evidentemente non per la sinistra. E questo sarebbe il rinnovamento?

    Kunta.

    P.S.: Magnoli, continua nella tua battaglia e fai un bel repulisti.

    • Toro pazzo

      Repulisti? Questi non li fa fuori nemmeno il DDT!

      • razzinger

        beh
        anche Biondi da Trigolo….en bel bambanoon
        mandarlo un po’ a lavorare…
        ma che lavoro fà..???

  • Cittadinocremonese

    Gli ETERNI candidati, mi domando cosa abbia spinto Ambrosoli a candidarli….. forse perche qualcuno a lui vicino (Magnoli ? ) glieli avra consigliati ?

  • extralarge

    L’unica cosa nuova è la cravatta di Torchio! Che bella ventata di giovanotti baldi ed elettrizzanti !

  • roby27

    potete togliere sta foto?potrebbe provocare danni irreparabili nel vederla!grazie

  • alibaba

    Ecco il classico esempio dell’italia che propone i giovani alla guida del paese!
    Ma Ambrosoli è minimamente al corrente di chi sono e di cosa hanno fatto questi baldi jovanotti?
    SVEGLIA!!!

  • Toro pazzo

    Ma non sembra che torchio tiri su le spalle per non apparire più basso di biondi?

    • Alviero

      no è solo sull’attenti…l’italia chiamò!

  • Sandro

    Ma i commentatori quà sono sempre gli stessi? Poi, dicono sempre le stesse cose…….che noia, che barba, che noia.

    • kunta

      Gentile commentatore Sandro,
      stai confermando la coerenza dei commentatori su Torchio.

      Grazie.

  • kunta

    Cremonaoggi ogni tanto censura i miei post. vediamo se così non vengo censurato: dirò, contrariamente a quanto ho scritto e poi censurato, che Torchio nella foto ha una posizione molto rilassata…

  • roberto

    Cioè, fatemi capire una cosa: oggi se un cittadino, non è ventenne e non ha avuto trascorsi politici non può candidarsi? Ma una volta, in democrazia, non funzionava che ogni cittadino è libero di candidarsi e poi gli elettori decidono? Quindi perchè Torchio non può candidarsi, ma pososno farlo Rossoni o Malvezzi o Pizzetti o Jotta o vecchi leghisti? Esiste forse una legge che definisce uno sbarramento anagrafico? Non mi risulta. A meno che i rancori personali, le prevenzioni ideologiche facciano dire NO solo a certi nomi, dimenticandosi di altri. Quest’ondata di giovanlismo che impone solo 20enni novizi e puri alla guida di ogni cosa mi pare stia degenerando. Specie vedendo i danni fatti in questi anni dal cosidetto “nuovo che avanza”…

    • Organista

      per quanto mi riguarda sto attento a quello che accade nel PD perchè è il partito a cui sono più vicino.
      Torchio, per quanto capace politico, ha posizioni e modalità di azione molto “vecchie”; Biondi trovo che sia l’espressione del politicume vecchio, cambiabandiera, democristiano, etc.
      Poi, se vogliam vedere, per uno “più comunista che democristiano” che si ritrova oggi in un partito, il PD, che ha mischiato capre e cavoli che prima si mangiavano a vicenda (comunisti e democristiani) è ancora un poco indigesto pensare al fatto che un democristiano come Torchio, prima del “compromesso storico” visto come fumo negli occhi, possa esser di “sinistra” e penso per un ex democristiano pensare ad un Pizzetti “di destra”.
      Delle candidature del PDL sinceramente me ne fotto, tanto mica li voto 🙂

    • kunta

      non è un fatto di età anagrafica, caro sig. torchiano. è un fatto di età professionale volta alla politica. Conosco, per mia fortuna solo indirettamente, l’attività politica dell’on. torchio già dagli anni 80. Già bazzicava negli ambienti dei cd. poteri forti, inutile riscriverli. Grazie a questi poteri forti ha fatto una carriera politica locale e nazionale che dura da oltre 30 anni. La mia valutazione sulla persona è più che negativa, Lei avrà altri giudizi…Capita in democrazia.
      Le chiedo solo di considerare se per Lei è normale che in Italia ci siano persone che campano di politica per tutta la vita. non è solo un problema che si riscontra su Torchio, ovviamente. basti pensare ai partiti nazionali ed ai loro leader.

      non credo il mio sia un concetto difficile da capire…forse per Lei è difficile accettarlo.
      D’altronde si sa, Torchio e combriccola sono molto permalosi…

      • Francesca

        Caro Kunta,
        se invece di passare le giornate a scrivere commenti al vetriolo su tutti, provassi a rimboccarti le maniche capiresti che la politica è un lavoro a tempo pieno ed anche faticoso. Può non piacerti Torchio, ma stai criticando una professione e la democrazia stessa. Perchè, se per fare l’amministratore di un’azienda privata, serve professionalità, dedizione ed esperienza per amministrare le istituzioni dovrebbero bastare 4 dilettanti sottopagati?
        Gestire il bene comune non è cosa semplice!
        E’ molto pericoloso il discorso che stai facendo, Torchio ci mette la faccia da sempre, altri mettono delle marionette, magari giovani e belli, sei sicuro che sia tanto meglio?
        Inizia a partecipare nella vita reale e impara a scrivere il tuo nome invece di usare uno pseudonimo.

  • CARNEVALE CONTINUO
    Un amico, lo ripeto ancora, accetto suggerimenti da tutti, mi fa: ieri hai notato la Provincia, quotidiano eccetera, pagina 16, con l’articolo sulla Lista civica per Ambrosoli copiato integralmente da http://www.cremonaoggi.it del giorno prima?
    Figuratevi, io accetto sì suggerimenti, ma esatti: i titoli sono diversi, alla Provincia mettono in evidenza che sperano nei resti; aggiungono che la Milesi, moglie di uno dei loro, è combattiva, e finiscono con un breve osanna a Torchio che su http://www.cremonaoggi.it mancava; per il resto lo ammetto, è un copia incolla integrale, compreso l’avviso in fondo: riproduzione riservata.
    Solo che l’amico prende la cosa per il verso sbagliato: non è la Provincia, figuriamoci, a copiare, è Mario Silla, direttore di http://www.cremonaoggi.it, a lavorare per conto loro sotto mentite spoglie. L’accordo è, se uno o più suoi pezzi piacciono al direttore della Provincia, Zanolli Pennadoro Vittoriano, e superano l’esame dei commentatori, questo ne ha avuti 14, La Provincia provvede a metterli in bella copia sulle sue pagine.
    L’Ordine dei giornalisti senz’altro sarà fiero di avere tra le sue file soggetti tanto collaboranti, spogli delle invidiuzze tanto diffuse tra colleghi…..

    Cremona 26 01 2013 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • roberto

    Caro Kunta, per me è normale che in democrazia una persona se decide di candidarsi, lo faccia! Gli elettori decideranno: nè lei, nè io. Le sfugge che quando Torchio è stato eletto presidente della Provincia ha battuto Rossoni (che è un giovane virgultu ora candidato al Senato!) ed ha vinto. Con i voti, quelli veri, diretti, della gente, non con il “porcellum” ma mettendoci la faccia e prendendo voti veri. Con la stessa logica si è ricandidato contro Salini, ed ha perso. Sempre con lo stess meccanismo. Si chiama democrazia Kunta, una parola ceh a lei, causa rancore e prevenzioni ideologiche, non riesce a digerire. Se ne faccia una ragione. Quanto al “vivere di politica” dimentica forse quali siano gli stipendi di un amministratore locale….