Commenta

Istituti Comprensivi, incontro informativo per genitori e insegnanti

aula-scuola

Sabato 2 febbraio, alle ore 16, nella Sala Mercanti della Camera di Commercio, si tiene l’incontro “Tutti in classe! Gli Istituti Comprensivi dalla legge alla realtà”, promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative e della Famiglia del Comune in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Cremona e l’Ufficio Scolastico Territoriale. Scopo dell’iniziativa è fare il punto sul tema dei nuovi istituti scolastici comprensivi di scuola primaria e secondaria, che prenderanno il via in tutto il territorio regionale a seguito della conclusione del processo di dimensionamento.

Intervengono Jane Alquati, assessore alle Politiche Educative del Comune di Cremona, Paola Orini, assessore provinciale all’Istruzione, Francesca Bianchessi, dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, Laura Parazzi, dirigente al Liceo Aselli, ma per diversi anni responsabile di uno degli istituti comprensivi più grandi della provincia, quello di Vescovato e Piero Cattaneo, docente di Metodi e Strumenti per la Sperimentazione Educativa alla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica. A lui spetterà il compito di chiarire le implicazioni teoriche e didattiche di tale modello organizzativo. Coordina i lavori Roberta Balzarini, dirigente scolastico del Liceo Classico e Scientifico Vida.

Come è noto, tra il 2011 e il 2012 disposizioni nazionali e poi regionali hanno chiesto che in tutta la Lombardia le scuole primarie (elementari) e secondarie (medie inferiori) ancora autonome venissero accorpate; tuttavia l’istituto comprensivo era già stato attuato in molte realtà sin dalla fine degli anni Novanta come modello con proprie peculiarità organizzative e pedagogiche.

Con l’appuntamento del 2 febbraio ci si propone di offrire alle famiglie un’informazione chiara nella fase in cui molti genitori sono impegnati nelle scelte legate all’iscrizione dei loro figli ad un nuovo corso scolastico. Sarà inoltre un momento di aggiornamento per i docenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti