Un commento

Trasporto pubblico, il Pd: 'Contratto votato in 5 minuti'

autobus

Polemiche dopo la votazione in Consiglio comunale della delibera sullo schema di contratto per il trasporto pubblico. Il Partito democratico attacca: “In cinque minuti, alla fine dell’assemblea, si è aperta e chiusa la discussione e si è votato”. E continua: “In Commissione avevamo richiesto di inserire nella delibera alcuni passaggi che avrebbero portato innovazione nella gara e strategie in tema di mobilità: promuovere e sostenere il sistema di trasporto denominato Prenotabus e adottare, congiuntamente al contratto di servizio per il trasporto pubblico, il Piano della Sosta e il Piano dei Parcheggi. Nulla è stato accettato”.

“Tra cappotti già indossati e sciarpe avvolte per la fuga a casa – afferma attraverso una nota Caterina Ruggeri, consigliere Pd – alle 20,30 si è messa in votazione la Delibera per l’approvazione dello schema di contratto di servizio di trasporto pubblico locale ed approvazione dell’impegno di spesa pluriennale. In cinque minuti si è aperta e chiusa la discussione e si è votato. Ora ci si chiede se è possibile che un contratto di servizio della durata di 8 anni e con cifre a tanti zero, venga proposto alla votazione in quelle condizioni nella totale mancanza di rispetto del ruolo e delle funzioni di indirizzo del Consiglio Comunale“.

“In Commissione – aggiunge – avevamo richiesto di inserire nella delibera alcuni passaggi che avrebbero portato innovazione nella gara e strategie in tema di mobilità: promuovere e sostenere il sistema di trasporto denominato Prenotabus al fine di avvicinare il maggior numero di utenti e razionalizzare il sevizio; adottare, congiuntamente al contratto di servizio per il trasporto pubblico, il Piano della Sosta e il Piano dei Parcheggi. Il tutto al fine di favorire, attraverso la limitazione dell’accesso nel centro cittadino del mezzo privato, il maggior utilizzo dell’offerta del servizio di trasporto pubblico. Nessuna di dette proposte è stata accettata e, inoltre, si è appreso dell’incertezza del finanziamento regionale, senza il quale il contratto del trasporto pubblico potrebbe essere interrotto. In questa quadro incerto e fumoso, il Pd non poteva far altro che votare contro“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giolly

    Meno male che la Ruggeri ci fa sapere quello che succede nel palazzo. Ma se e’ cosi’ perche’ tanti corrono per entrare e quando ci sono non li senti piu’ parlare?