27 Commenti

Ragazzi con esplosivo, caduta l'accusa di atto terroristico Lega: 'Kavarna prenda distanze dai due'

banca

Sopra, la Banca di Piacenza e la scritta (foto Sessa)

Il pm Francesco Messina, valutando gli elementi a disposizione, ha deciso di far cadere l’imputazione più grave per i due ragazzi di 22 e 20 anni trovati con materiale esplosivo in via Platani: non sono infatti più accusati di aver cercato di concretizzare un atto di terrorismo contro la vicina Banca di Piacenza ed è per questa ragione che sono stati scarcerati (leggi l’articolo). Restano in piedi solo le accuse di imbrattamento (per la scritta sul muro della banca: “Chi la fa l’aspetti”) e detenzione del candelotto artigianale con miccia pronto per la deflagrazione. I due giovani (frequentatori del centro sociale Kavarna, estraneo alla vicenda secondo i carabinieri) erano stati arrestati nella notte tra martedì e mercoledì. Adesso sono in libertà. Al loro avvocato, il legale Lapo Pasquetti, i due cremonesi hanno negato di essersi dichiarati prigionieri politici.

LEGA: “EPISODIO DA CONDANNARE, KAVARNA PRENDA LE DISTANZE DAI DUE

Sulla vicenda dei due ragazzi trovati con materiale esplosivo ha deciso di intervenire con una nota il commissario cittadino della Lega Stefano Borghesi: “Si tratta di un episodio gravissimo che va condannato senza alcuna esitazione”. “Apprendiamo inoltre dalla stampa – prosegue – che le due persone sarebbero frequentatori del Kavarna, che risulterebbe estraneo alla grave vicenda. Ci aspettiamo che i responsabili del centro sociale prendano immediatamente ed in maniera netta le distanze da un simile atto in quanto la gravità delle accuse e ciò che è stato riportato dai giornali è davvero inquietante”.

“Siamo di fronte ad azioni che nulla hanno a che vedere con la vita civile e democratica di una comunità – conclude Borghesi – atti da prevenire come ben è stato fatto dalle forze dell’ordine e per i quali non va trovata alcuna giustificazione. Ci auguriamo che vi sia una condanna ferma ed unanime di tutte le forze politiche, anche da parte di quella sinistra che in troppe occasioni si è mostrata buonista e tollerante con chi non rispetta le basilari regole della democrazia.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • valentino

    E GIA COME AL SOLITO SONO IN LIBERTA ,MI PIACEREBBE SAPERE CHE COSA CI FACEVANO CON ESPLOSIVO FORSE VOLEVANO ACCENDERE UN FALO O FARE I BOTTI COMUNQUE SONO DUE DEFICENTI

    • Pippo

      si scrive deficienti

      • matteo

        Gia’, cosa c’e’ di male a girare con candelotti di esplosivo? Lo facciamo tutti, no? Vuoi vedere che avranno detto che era uno scherzo di carnevale? Si sa, a carnevale ogni scherzo vale, anche con il botto!!!

  • roby27

    bè,è normale che uno giri per cremona con dei candellotti esplosivi in tasca,nn si sa mai che possano servire..allora potremmo uscire tutti con un coltello,una pistola,un lanciarazzi…se è normale girare con polvere da sparo…o no?

  • Elena

    Berlusconi cerca il voto di qualche nostalgico, pronunciandosi su Mussolini.
    La Lega cerca voti al centro sociale Kavarna, condannando i due, ma salvando gli altri in quanto immacolati.
    Quando finirà questa pagliacciata?

    • silvia

      si sono solo scordati di quel pacchettino di m…a che gli hanno gettato nel gazebo…..

      • NO CSA

        E tu ti sei ricordata di quella che hai mangiato quel giorno? ahahahahahahah che bèl!

        • silvia

          che fenomenal!!!!!!!!

    • Prima il Nord

      C’è un piccolo malinteso, la Lega è per chiudere il Kavarna, SUBITO! Questi personaggi sono del Kavarna e il Centro Sociale non prenderà mai le distanze dai suoi associati.

  • Aristide

    Siamo alla follia…..in carcere ci sono persone che rubano al supermercato qualche mela (giusto che vadano dentro perche0 chi ruba deve pagarla ), e due cosi’, fuori dopo una notte. Non e’ che fossero raccomandati sti 2 ?

    • Bisonte

      Aristide, con il tuo intervento sfondi una porta aperta. Leggi quello che ho scritto sul precedente articolo.
      Per la redazione: Ma i due faccioni di Jotta e Malvezzi dovremo sorbirceli per forza uno in sovraimpressione e l’altro ai lati della pagina sino al 24 febbraio??? SAREBBE TREMENDO.

      • germana

        mi associo…. di solito la pubblicità è a tempo e si può chiudere…..

        • giulia

          QUESTI DUE DEL PDL DOVE SI DISATTIVANO???

  • germana

    ieri sul sito del quotidiano La Provincia di accennava a “figli di professionisti” oggi sulla home page di quel sito non trovo più la notizia in compenso qui trovo il KAVARNA ….. sicuramente le due cose non sono incompatibili, però evidentemente “suona ” meglio la seconda (magari la prima è stata una ingenuità del cronista dell’altro quotidiano…)

    • germana

      OPS …. mi correggo, la notizia c’è ancora ….. “figli di noti professionisti”

      • silvia

        beh, perché non potrebbero essere figli di noti professionisti che frequentano il kavarna?

        • germana

          infatti ho scritto che le due cose non sono incompatibili…… la mia riflessione era sulla scelta del giornale di privilegiare l’una o l’altra informazione….

          • silvia

            che raffinatezza……sarà per il fatto che non sono ideologicamente contaminata che non avevo compreso la sottile differenza?Che pena!

          • germana

            silvia, è proprio sul fatto che i lettori non colgano la “sottile differenza” che contano i giornali…..se prova pena, beh, non ci posso fare niente, gliela lascio, io quella fase l’ho superata 🙂 un caro saluto

          • silvia

            Germana, io sono abituata ad usare il senso critico che possiedo quando leggo le notizie. le opinioni me le faccio da me e non mi cambia proprio nulla se uno mi dice che sono figli di professionisti mentre l’altro dice che sono frequentatori del kavarna. La sostanza è che sono due poveri idioti. I centri sociali sono pieni di figli di e lo sanno ormai tutti. E’superfluo far notare certe differenze. Di norma lo fa chi é “politicamente deviato”.

    • germana

      l’unica cosa che mi sconcerta veramente è quella di trovarmi in una situazione in cui non si capisce l’italiano. A me non interessava, né interessa minimamente parlare di quei due “adulti” (e non ragazzi come scrive Cremona Oggi o addirittura “ragazzini” come dice la Provincia) il mio intervento voleva solo rimarcare il diverso modo in cui i due protagonisti venivano presentati dai due giornali. Non pensavo che a commentare scelte di cronisti si potesse passasse per “politicamente deviato” …… va beh, non capisco nemmeno bene cosa voglia dire ma non è un problema, non ho ruoli né posizioni da difendere, sono solo una persona che legge diversi giornali e fa confronti e ogni tanto esprime la propria opinione. In realtà sempre più di rado perché sono sempre meno le persone disposte a confrontarsi e sempre di più quelle che insultano, anche se questo non è il caso…. Mi rimane il dubbio : “deviato” rispetto a cosa ? quello della deviazione è un concetto relativo…….

  • piermassimo

    CVD come volevasi dimostrare.Visto che sono usciti allo scoperto?
    Al signor Borghesi io invece chiedo di prendere le distanze dagli indagati di Regione Lombardia e da quello che secondo notizie di stampa non rendicontava le spese……Bobo chi?
    Nulla di nuovo sotto il sole,solo qualche eurino di meno……e qualche speranza in più di raggranellare qualche voto.

    • matteo

      Distanze gia’ prese da chi e’ indagato ma questo non succede ad altri scandali alla nutella come quella del Monte dei Paschi di Siena con la sinistra coinvolta rappresentata dal PD. Come ai tempi degli anni di piombo, a mettere ordigni esplosivi ed a compiere attentati sono sempre i figli di papa’ benestanti e integrati nel sistema. Magari in nome del popolo che non conoscono affatto. Questi sono anche frequentatori del Kavarna che, come al solito, dichiara di essere estraneo alla vicenda.

  • germana

    e comunque i “RAGAZZI” hanno 20 e 22 anni (se il cronista non si è sbagliato…) per la legge italiana sono adulti maggiorenni, non più soggetti alla patria potestà e responsabilità genitoriale…..