5 Commenti

Smalto sulle dita per evitare l'identificazione, pregiudicati allontanati

polpastrelli-rapina

Molto probabilmente il loro obiettivo era quello di mettere a segno una rapina, forse un colpo in banca, ma non hanno fatto i conti con i carabinieri che li hanno fermati prima che potessero mettere in atto i loro propositi criminali.  Qualche sera fa tre italiani di Brindisi sono stati notati in atteggiamenti sospetti a bordo di un’Audi A4 in corso Pietro Vacchelli. I militari hanno voluto vederci chiaro e li hanno controllati. Non avevano documenti, così sono stati accompagnati in caserma dove sono stati sottoposti al rilevamento delle impronte. Ma all’esito, c’era qualcosa che non andava. Si è quindi scoperto che i polpastrelli delle dita dei tre fermati erano intrisi di smalto per unghie. “Sono state le nostre figlie per giocare”, si sono giustificati, ma i carabinieri non ci sono cascati. Era invece uno stratagemma per evitare di essere identitificati una volta messo a segno qualche reato. Tutti e tre hanno numerosi precedenti penali per furti e rapine, anche in banca. Nei loro confronti è stato emesso un foglio di via obbligatorio. Non potranno mettere piede in territorio cremonese per tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ahahahahaha..che barzellette all italiana!!e chi controllerà che le 3 bravissime persone nn metteranno piu piede a cremona?diabolik o batman?
    w l italia dei disonesti!

  • Il Giò

    MI chiedo come mai tre italiani (che io non difendo assolutamente) che alla luce dei fatti non hanno commesso una rapina possano essere banditi da una INTERA provincia e poi abbiamo spacciatori nordafricani, ladri albanesi o rumeni e non li possiamo bandire da una intera nazione…come è possibile? Per la serie “l’Italia conta di meno di un paese di straccioni”

    • giò,forse hai saltato la riga con scritto”..tutti e 3 hanno NUMEROSI PRECEDENTI per furti e rapine anche in banca…”e giravano tutti e 3 senza documenti..tacciarli come bravi italiani mi sembra troppo..
      poi son d accordo con te che siamo circondati da gente ben peggiore che gira indisturbata..

      • Il Giò

        Eh appunto…non mi sembra tanto complicato farlo. Qui addirittura abbiamo un reato non ancora commesso, un processo non svolto e tre italiani criminali che non possono tornare in provincia. Difficile applicarlo in maniera sistematica?

    • amelia

      “L’Italia conta di meno di un paese di straccioni?… Bhè…effettivamente…la nostra eleganza, le nostre griffe, la nostra moralità, la nostra onestà sono un fiore all’occhiello per tutta l’Europa…ma cosa dico, per tutto il mondo!