Commenta

Marocchino ucciso dal monossido: identificato dal padre

morto-monossido

foto Sessa

E’ stato identificato il giovane marocchino trovato morto sabato 23 febbraio in una cascina diroccata sulla via Mantova, ucciso da esalazioni di monossido di carbonio sprigionatesi da un braciere acceso. Si chiamava Ahmed El Haoua, aveva 28 anni ed era residente a Pralboino. Da tempo, ormai, era senza fissa dimora. A riconoscere il corpo all’obitorio è stato il padre Mohamed, arrivato a Cremona dal Marocco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti